Firenze, Nardella riunisce la giunta: ‘Subito a lavoro’. Si parte con Tav, aeroporto e tramvia

Cronaca
04/06/2019

Il Sindaco ha riunito la prima giunta programmatica

Dario Nardella vara la nuova giunta e lo fa presso l’Ex 3 di Gavinana, sede, da poco inaugurata, del Memoriale di Auschwitz

 

“Abbiamo scelto il Memoriale di Auschwitz per la nostra prima giunta programmatica - esordisce Nardella - per dare valore a questo progetto, inaugurato da poco. Credo che questo luogo sia uno dei più simbolici e significativi della nostra città, perché sorge in un quartiere non centrale e perché è il luogo della memoria delle deportazioni nei campi nazisti in tutto il nostro paese. Vogliamo farne una meta per tutte le scuole toscane e italiane, e siamo orgogliosi che Firenze sia la città depositaria di questi valori che non dobbiamo dimenticare ma valorizzare. Per ora l’apertura è parziale, su prenotazione, ma con l’inizio dell’anno scolastico nuovo avremo un piano di aperture più ampio”. 

 

Una giunta annunciata sabato, ma che ha avuto qualche ritocco in corsa, dovuto soprattutto al mancato rispetto delle quote rosa, che ha spinto Nardella a ‘richiamare’ Alessia Bettini, ex assessore all’ambiente e che in un primo momento non era stata riconfermata, e togliere dalla giunta Marco Del Panta, al quale sono stati assegnati altri ruoli. 

 

Formalizzata ieri mattina, questa la giunta con le deleghe definitive: Dario Nardella – Sindaco con deleghe a: attuazione del programma, pianificazione strategica, statistica, smart city; Cristina Giachi – Vicesindaco con deleghe a: protezione civile, anagrafe, avvocatura, toponomastica; Stefano Giorgetti - Grandi infrastrutture, mobilità e trasporto pubblico locale, Polizia Municipale; Cecilia Del Re - Urbanistica, ambiente, agricoltura urbana, turismo, fiere e congressi, innovazione tecnologica, sistemi informativi; Cosimo Guccione - Sport, politiche giovanili, città della notte; Federico Gianassi - Bilancio, partecipate, commercio, attività produttive, rapporti con il Consiglio comunale; Andrea Vannucci – Welfare e Sanità, accoglienza e integrazione, associazionismo e volontariato, casa, lavoro, sicurezza urbana, lotta alla solitudine, tradizioni popolari; Tommaso Sacchi - Cultura, moda e design; Sara Funaro – Educazione, Università e Ricerca, formazione professionale, diritti e pari opportunità; Alessandro Martini – Organizzazione e personale, patrimonio non abitativo, efficienza amministrativa, quartieri, rapporti con la Città Metropolitana, progetto Grande Firenze, rapporti con le confessioni religiose, cultura della memoria e della legalità; Alessia Bettini - Lavori pubblici, manutenzione e decoro urbano, beni comuni, partecipazione, cittadinanza attiva.

 

Accanto agli assessori, tutti presenti, anche i neo eletti presidenti dei cinque quartieri.

 

Sindaco e giunta si dicono pronti a lavorare sugli obiettivi di programma, a cominciare dalle infrastrutture: tav, aeroporto e tramvia

 

Il voto dei fiorentini è stato molto chiaro e rappresenta un via libera chiaro per il lavoro che dobbiamo iniziare, per realizzare il programma elettorale. C’è il tema delle infrastrutture, e voglio dire con forza che torneremo ad incalzare con grande determinazione il governo sulle partite più significative come la Tav. Chiederemo di riprendere i lavori al cantiere della stazione Foster perché su questo il governo non può più tentennare, se è vero che Salvini ha messo al centro la riapertura dei cantieri gli chiediamo di essere coerente con Firenze. Siamo fiduciosi sull’aeroporto, il comune di Firenze si costituirà nel processo per il ricorso al consiglio di stato insieme alla Regione e a Toscana Aeroporti, perché siamo convinti più che mai che la pista si debba fare. I nostri 110mila voti ci dicono che la pista va fatta. Siamo rispettosi del lavoro della magistratura ma siamo anche convinti delle nostre ragioni. Siamo in attesa di capire quale sarà il verdetto sulla Fiorentina e non appena ci sarà la nuova società saremo pronti ad incontrarla per discutere il tema dello stadio e del futuro dell’area di Castello”. 

 

Per quanto riguarda la tramvia, Nardella punta a completare il sistema con le nuove linee. “Presto avremo il primo incontro coi tecnici perché sul nostro tavolo abbiamo il piano del completamente del sistema, linea 4 per le Piagge, la linea 5 Bagno a Ripoli, il prolungamento dalla Fortezza a piazza San Marco, per poter raggiungere il centro eliminando i tanti autobus che transitano in quella zona, la linea Peretola-Castello, e abbiamo intenzione in questo mandato di impostare la realizzazione della linea Campo di Marte-Rovezzano e della linea per Campi Bisenzio. Il metodo che useremo per le tranvie è lo stesso di questi anni, presiederò personalmente gli incontri coi tecnici ogni mese per tenere il polso dei cantieri e miglioreremo le tempistiche facendo tesoro di quanto successo in questi anni. Vogliamo che residenti e commercianti siano coinvolti e puntiamo su un sistema di informazione sempre più puntuale. Miriamo a ridurre i tempi coi cantieri h24”. 

 

Dai cantieri all’ambiente. “Oltre alle infrastrutture abbiamo l’obiettivo della svolta ambientale, vogliamo incrementare la raccolta differenziata, e apriremo un confronto con la Regione su novità del piano regionale dei rifiuti. Partiremo con l’assessore Del Re sul progetto dell’invasione verde dei cantieri e metteremo a punto iniziative per potenziare la pulizia e il decoro della città”.

 

Firenze capitale della cultura. “Abbiamo davanti la grande sfida demografica, del rapporto tra popolazione anziana e giovane e vogliamo che Firenze sia un modello per la qualità della vita, Firenze deve essere una calamita per i cervelli, capace di trattenere i nostri giovani e di attrarne da tutta Europa, puntando sulle nostre eccellenze e sulla cultura. Firenze è una città che si rinnoverà anche recuperando il suo patrimonio artistico, sul modello di quello che abbiamo appena fatto con le Rampe. Vogliamo essere una città capitale della cultura, una città capace di ospitare grandi eventi, veniamo da una grande domenica a livello metropolitano, tra il concerto al Visarno, il moto mondiale e i concerti del Maggio".  

 

“Nelle prossime settimane inizieremo a lavorare sulla struttura comunale - continua Nardella - metteremo in campo una riorganizzazione della struttura, affinché sia aderente all’indirizzo politico della giunta e al nostro ritmo di lavoro. Vogliamo fare un lavoro sempre più integrato con i quartieri, vogliamo potenziare gli sportelli ai cittadini. Avremo come metodo quello di coinvolgere attivamente i presidenti dei quartieri nei nostri incontri”. 

 

“Vogliamo far presto per metterci subito al lavoro, in una settimana abbiamo fatto la giunta e ora attendiamo l’insediamento del consiglio ma noi siamo già al lavoro. Quello della giunta deve essere un lavoro di squadra, non di individualità, e se la squadra funziona allora si lavora bene”, conclude il sindaco. 
 

 

Irene Grossi
 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.