20 marzo, è già... Equinozio di Primavera! Ecco perché (anche quest'anno) la Primavera è in anticipo

Curiosità
20/03/2017

20 marzo, è già Primavera!

Oggi, lunedì 20 marzo 2017, è già Primavera! In anticipo rispetto alla 'canonica' data del 21 marzo (quella tradizionale e che si insegna a scuola), oggi nell'emisfero boreale (e in Italia) inizia la Primavera Astronomica con l'Equinozio.

 

La Primavera Metereologica inizia solitamente con il principio di marzo, insieme all'allungarsi delle giornate e l'arrivo di temperature più calde. La Primavera Astronomica, invece, ha inizio con l'Equinozio: dal latino aequinoctium, derivato a sua volta da "aequa-nox" cioè «notte uguale» in riferimento alla durata del periodo notturno uguale a quello diurno. Oggi, infatti, 20 marzo 2017, la durata del giorno è pari alla durata della notte. A Firenze, ad esempio, il sole sorge intorno alle 6.16 e tramonta intorno alle 18.27 (la leggera discrepanza è dato dall'effetto dell'atmosfera terrestre, visto che vediamo la luce sia prima che il sole sorga sia dopo che esso sia tramontato).

 

In realtà, in astronomia un equinozio è definito come l'istante in cui il Sole raggiunge una delle due intersezioni tra l'eclittica e l'equatore celeste: per un osservatore all'equatore, il Sole sorge perfettamente a Est, tramonta perfettamente a Ovest e a mezzogiorno si trova esattamente allo zenit. Quest'anno, l'Equinozio di Primavera si ha il 20 Marzo alle ore 10.29 (ore 11.29 italiane).

 

Anche se tradizionalmente si studia il 21 marzo come data canonica di inizio Primavera, l'Equinozio può cadere dal 19 al 21 marzo. Come avvenuto negli ultimi 10 anni, anche nel 2017 l'Equinozio cade oggi, 20 marzo. Ogni anno, infatti, l'Equinozio di Primavera cade leggermente in anticipo: il motivo è da ricercare nel calendario gregoriano attualmente in uso in gran parte del mondo. Un sistema imperfetto perché non rappresenta esattamente l'anno siderale, ossia il periodo orbitale della Terra intorno al Sole, che è pari a 365 giorni, 6 ore, 9 minuti e 10 secondi.

 

Il calendario gregoriano si basa sull'anno tropico o solare di 365 giorni: contempla cioè circa un quarto di giorno in meno di quello che serve alla Terra per completare la propria rivoluzione intorno al Sole. Questo fa sì che ogni anno l'equinozio cada 6 ore più tardi, finché non interviene - ogni 4 anni - l'anno bisestile, con un giorno "extra" a febbraio che serve a "riportare indietro" la sincronizzazione tra anno anno siderale e calendario gregoriano. Mantenendo, comunque, una discrepanza di 30-40 minuti che incide anche sul momento esatto dell'Equinozio. Si stima che anche nei prossimi anni l'Equinozio di Primavera cada ancora il 20 marzo, per arrivare poi anche al 19 marzo. Solo con il nuovo secolo l'Equinozio di Primavera si stima potrà tornare al canonico 21 marzo.

 

Marco Pecorini
 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

Icons made by Icons8, Freepik from www.flaticon.com is licensed by CC BY 3.0

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.