Vis Art

Franchi, novità per i lavori: arriva la proroga fino al 2028

FdI: 'Gran lavoro del Governo Meloni'. Nardella: 'Ora i 55 milioni che ci sono stati tolti'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 02 marzo 2024 19:51

Novità importante sullo stadio Franchi: i lavori potranno essere prorogati fino al 2028, con allungamento dei tempi rispetto alla scadenza del 2026 che era legata ai fondi PNRR.

 

Ad annunciarlo è stato il senatore fiorentino Paolo Marcheschi (Fratelli d'Italia): “Ora si può ufficializzare, ed è il risultato del grande lavoro del Governo Meloni. Il ministro Fitto è riuscito a prorogare dopo gli incontri con i responsabili europei la fine della ristrutturazione di due anni e questo potrebbe consentire alla Fiorentina di rimanere nel suo stadio, naturalmente se lo vorrà. E' la miglior risposta a chi diceva che non avremmo fatto niente perché il sindaco era del PD. Invece lo agevoliamo, perché ci interessa solo Firenze, come qualsiasi altra grande città, e io come fiorentino sono particolarmente orgoglioso", dice a Radio Bruno il senatore Marcheschi. "Certamente rimangono delle perplessità sull'opportunità di spendere soldi pubblici per uno stadio e anche per l'incertezza su come verranno trovati gli altri fondi, ma intanto Nardella può essere soddisfatto del lavoro del governo Meloni”.


Che succederà adesso? “Ci sono sessanta giorni per verificare che sia tutto in regola, come credo e spero che sia, dopo di che l'iter sarà completato. Un successo del nostro Governo, che alle tante parole preferisce i fatti”.

 

A seguire arriva il commento del sindaco di Firenze, Dario Nardella: “Siamo molto contenti che il governo sia venuto incontro alle nostre lettere di tre mesi fa con la proposta di allungamento dei termini dei lavori, anche se nel frattempo come è noto avevamo già trovato la soluzione per far giocare la Fiorentina al Franchi per tutto il prossimo campionato 2024-2025. Se decade l’obbligo di rispettare la scadenza dei lavori del dicembre 2026, la prossima amministrazione comunale avrà tutto il tempo di valutare come gestire il cantiere dalla metà del 2025 in poi sfruttando questa opportunità in più. Tutto ciò in ogni caso conferma che la decisione di iniziare i lavori è stata giusta. Quindi avanti tutta con il restyling come abbiamo sempre detto". Il cronoprogramma attuale, già modificato dall'amministrazione Nardella, prevede che la Fiorentina possa giocare al Franchi con capienza ridotta per questa stagione e per il 2024/2025, per poi spostarsi al Padovani nel 2025/2026 e ritornare quindi al Franchi nell'anno del centenario. Con la proroga al 2028 della fine dei lavori, però, non è escluso che la squadra viola possa rimanere nel suo stadio per tutta la durata dei cantieri. Servirebbe, però, una nuova modifica del cronoprogramma degli interventi, che come annunciato da Nardella sarà affrontato, eventualmente, dalla nuova amministrazione.
 

Conclude Nardella: "A questo punto ci aspettiamo che il Governo possa risponderci positivamente anche sulla richiesta di restituire alla città di Firenze i 55 milioni di euro a suo tempo tolti, analogamente a quanto fatto con il progetto dello stadio della città di Venezia”.

 

LEGGI ANCHE:

 

Lavori Franchi, sopralluogo di Nardella al cantiere: 'Firenze in pole per gli Europei 2032'

Firenze, al via i lavori al Franchi: primo atto la rimozione del tabellone in Curva Ferrovia

Stadio, l'annuncio di Nardella: 'Fiorentina al Franchi durante i lavori, al Padovani dal 2025/2026'

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.