Vis Art

Da Roberto Bolle a Drusilla Foer: musica, mostre, visite con Musart Festival Firenze

Venditti De Gregori, Paolo Conte, Masini, Garrett, Copeland, Madame e altri sul palco di piazza Santissima Annunziata

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 26 aprile 2023 16:57

Ci saranno Roberto Bolle, Venditti & De Gregori, Paolo Conte, Marco Masini, Madame, Stewart Copeland, la prima mondiale di Callas 100, il violino di David Garrett, l’eleganzissima Drusilla Foer e il concerto di chiusura all’alba, con il pianoforte di Simone Graziano. E' questo il cartellone del Musart Festival Firenze, in programma dal 15 al 26 luglio in piazza della Santissima Annunziata, tra le proposte più apprezzate dell’Estate Fiorentina promossa dal Comune di Firenze.
 
Un cartellone di oltre 30 appuntamenti per l'ottava edizione del festival che, agli spettacoli del palco principale, abbinerà esposizioni, visite a luoghi d’arte, proiezioni, eventi e concerti in chiostri e giardini della zona, compresa piazza Brunelleschi, che vuole essere una sorta di foyer all’aperto del festival, dove ci saranno bar, punto informazioni e biglietteria.

Come ormai tradizione, sarà Roberto Bolle, con il suo Gala di danza, ad aprire il festival, sabato 15 luglio 2023. Una presenza consolidata quella dell’étoile dei due mondi, che da anni ha inserito la piazza fiorentina tra le mete privilegiate dei suoi tour estivi. Al fianco di Bolle anche altre star della danza mondiale.

Dopo bn quattro sold out fiorentini negli ultimi mesi, Antonello Venditti e Francesco De Gregori saranno lunedì 17 luglio sul palco di piazza della Santissima Annunziata, con un live in cui rivisiteranno i loro grandi successi.

Straordinario virtuoso del violino, David Garrett sarà in concerto a Musart martedì 18 luglio, a capo del suo trio, alle prese con il progetto “Iconic”, in cui rielabora - con nuovi arrangiamenti - melodie di Bach, DvoÅ™ák, Gluck, Kreisler, Mendelssohn e Schumann. Al suo fianco Franck van der Heijden alla chitarra e Rogier van Wegberg al basso. 
 
Marco Masini sceglie la sua Firenze per la chiusura del trionfale tour “T’innamorerai di noi – Oltre 30 anni insieme”. Una serata, quella di mercoledì 19 luglio, ricca di sorprese, tra cui l’anteprima di un inedito del nuovo progetto discografico a cui Masini sta lavorando.

Drusilla Foer porterà giovedì 20 luglio a Musart il pluri-acclamato recital “Eleganzissima”: uno spettacolo ricco di musica e canzoni dal vivo, fra racconti confidenziali e ricordi dal valore universale. In scena con Foer, i suoi musicisti, Loris Di Leo al piano e Nico Gori al sax e clarinetto.

A sei anni dal tutto esaurito, Paolo Conte tornerà venerdì 21 luglio a Firenze, accompagnato da un ensemble orchestrale di undici musicisti. In primo piano i brani dell’ultimo album “Live at Venaria Reale”, tra cui pietre miliari come “Hemingway”, “Sotto le stelle del jazz”, “Come Di”, “Alle prese con una verde milonga”, “Aguaplano”, “Max”, “Gioco d’azzardo”, “Dancing”, “Madeleine”, “Genova per noi”, “Via con me”, “Reveries”, “Gli impermeabili”, “Le chic et le charme”.

Domenica 23 luglio prima mondiale del concerto di gala “Callas 100”, evento che celebra il centenario di Maria Callas, la più grande cantante d’opera del Novecento. Sul palco la voce narrante di Laura Morante e grandi nomi della lirica internazionale tra cui Olga Peretyatko, Maria José Siri, Ekaterina Bakanova, Andrea Edina Ulbrich, Valerio Borgioni, direttore Fabrizio Maria Carminati.

Dopo la partecipazione a Sanremo e l’uscita del nuovo album “L’Amore”, Madame lunedì 24 luglio fermerà in piazza della Santissima Annunziata.

“Roxanne”, “Message in a Bottle” e altre pietre miliari dei Police: leggendario batterista e fondatore della band britannica, Stewart Copeland approderà al Musart Festival martedì 25 luglio con il progetto Police Deranged for Orchestra. Sul palco, oltre a Copeland alla batteria, tre cantanti, un chitarrista e l’Orchestra della Toscana. 

Mercoledì 26 luglio Musart Festival si chiuderà con il concerto all’alba (alle ore 4,45) del pianista Simone Graziano, nel secolare Cortile degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti, in piazza della Santissima Annunziata.

Torna la mostra fotografica “Because the night” dedicata ai grandi concerti degli ultimi anni e quest’anno affidata agli scatti di Antonio Viscido. Nell’ambito di Musart 2023 anche “I luoghi della musica”, itinerario attraverso luoghi e spazi che hanno fatto la storia della musica dal vivo a Firenze, e i migliori documentari di “33 Giri – Italian Masters” di Sky Arte, al Cinema La Compagnia.

Prima degli spettacoli si potranno visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti a piazza della Santissima Annunziata. Tra questi i Cortili Monumentali dell’Istituto degli Innocenti, spazi e locali del patrimonio storico-artistico dell’Università degli Studi di Firenze, il Museo dell’Istituto Geografico Militare, la Basilica di SS. Annunziata, la Chiesa di S. Francesco Poverino, il Giardino del Museo Archeologico Nazionale di Firenze, la Mensa della Caritas Diocesana di S. Francesco Poverino.
 
"Abbiamo la consapevolezza che Musart è un appuntamento importante per l'Estate Fiorentina, e dovremo trovare il modo perché diventi un appuntamento che va da sé anche indipendentemente dalla programmazione dell'Estate - commenta la vicesindata e assessora alla cultura Alessia Bettini - È un elemento attrattore anche per chi viene da fuori, e che viene a Firenze per i concerti fermandosi qualche giorno. E questo è un modello che a noi piace molto, dovremmo sempre di più dare un'offerta culturale, non solo per la valorizzazione del centro storico, perché abbiamo anche tanto di più da valorizzare. Vera scommessa è riportare i fiorentini, intendendo anche i cittadini di tutta la città metropolitana. Col biglietto non si vede solo lo spettacolo ma si possono visitare luoghi che magari qualcuno ancora non ha visto. Il Musart è bello perché sta ampliando questa offerta dando la possibilità di fare questo, oltre ad un cartellone bellissimo con artisti nazionali e internazionali. L'unicità di Musart è questa, concerti in una piazza straordinaria con intorno dei giganti del patrimonio artistico".

"Lavorare ad un cartellone come quello di Musart è una bella sfida. Questa piazza bellissima e prima poco utilizzata per gli spettacoli, è uno degli elementi di Musart, poi c'è l'attenzione ai particolari,  come la pedanatura della piazza che permette una visuale bellissima da ogni seduta. Altro elemento sono le questioni collaterali, come l'apertura dei portoni della piazza, le mostre, e alcune iniziative collaterali lontane della piazza, come proiezioni, o le targhe nei luoghi della musica, quest'anno arriveremo a trenta. Vogliamo allargarci dalla piazza, perché un festival sia un festival non può essere che si arriva cinque minuti prima dello spettacolo e si va via cinque minuti dopo, dobbiamo ampliare l'offerta che diamo agli spettatori", dichiara Claudio Bertini dell'associazione culturale Musart.

Musart Festival è prodotto da associazione culturale Musart con la collaborazione di Istituto degli Innocenti, Università degli Studi di Firenze e at – autolinee toscane. Main supporter Fondazione CR Firenze. Con il contributo di Regione Toscana, Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze-Estate Fiorentina 2023, Toscana Promozione Turistica e il sostegno di Publiacqua, Chianti Banca, Unicoop Firenze, Sammontana, Findomestic e Ruffino. Media partner Destination Florence. La direzione artistica è a cura di Stefano Senardi.
 
 
 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.