Vis Art

Da Villa Bardini al Giardino delle Rose fino alle terrazze degli hotel: torna Firenze dall'alto

Dieci eventi al tramonto. Tra gli ospiti: Umberto Galimberti, Rachele Bastreghi, Pierpaolo Capovilla, Ginevra Di Marco

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 23 giugno 2022 17:55

Eventi al tramonto, in luoghi speciali, da punti di vista inediti... E' la rassegna Firenze dall’alto, che giunge alla sua terza edizione, e continuana proporre concerti, talk, performance e visite guidate con il racconto stratigrafico di Firenze dal 30 giugno al 22 settembre.
 
 
Dieci incontri al tramonto, dieci punti di vista, dieci esperienze di produzione e fruizione culturale, in una edizione che coinvolge personalità fiorentine e non. Si aggiungono alle classiche location, altre nuove da scoprire e le terrazze di alcuni hotel. Firenze dall'alto rientra fra le quindici grandi rassegne e festival dell'Estate Fiorentina del Comune di Firenze ed è organizzato da LAMA Società Cooperativa - Impresa Sociale, in collaborazione con La Scena Muta e Cooperativa Archeologia, con il brand Enjoy Firenze.

 

“Guardare Firenze dall’alto, come ci chiede questo Festival inserito tra i progetti strategici dell’Estate Fiorentina, vuol dire aprire occhi e cuore a punti di vista inediti che ci fanno scoprire una città diversa, fatta di colline, tetti, lo scorrere lento dell’Arno, lontani dal brulicare quotidiano: uno sguardo dunque carico di rinnovato stupore capace di farci amare ancora di più la nostra città” - dichiara il sindaco e assessore alla cultura del Comune di Firenze Dario Nardella.

 

Giovedì 30 giugno sarà la terrazza del Palazzo della Borsa a fare da sfondo al racconto degli archeologi e delle guide turistiche specializzate di Cooperativa Archeologia. La sommità del Palazzo è infatti arricchita da due meravigliose terrazze, con vista a 360 gradi su tutto il centro storico di Firenze e sulle colline circostanti: da qui il pubblico potrà godere di un inedito punto di vista sul cuore della città. Il Palazzo sorge in un’area ricca di storia, dove in epoca medievale si trovava l’antico Tiratoio della Trave, gestito dall’Arte della Lana, e dove nel 1770 il Granduca Pietro Leopoldo II istituiÌ€ la prima Camera di Commercio in Italia, come superamento delle vecchie corporazioni (inizio ore 19 - ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o allo 055 5520407).



Le poesie di Emidio Paolucci, interpretate da Pierpaolo Capovilla, con le musiche di Paki Zennaro e le illustrazioni di Andrea Chiesi saranno protagoniste giovedì 7 luglio alla terrazza dell'Hotel Machiavelli con “Finché galera non ci separi”: un reading, ovvero una lettura scenica, che ha l’ambizione di farsi vero e proprio teatro (inizio ore 19 - ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria qui).


Con Psychodonna Rachele Bastreghi guida alla scoperta del suo omonimo disco. Giovedì 14 luglio nel teatro della Limonaia di Villa Strozzi porta in scena il racconto di un viaggio interiore, “un rifugio buio che cerca il sole” (inizio ore 19 - ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria - info firenzedallalto1@gmail.com).

Firenze dall'alto torna protagonista giovedì 21 luglio al Glance Hotel. Dalla terrazza panoramica situata sulla sommità dell’edificio lo sguardo spazia dalla collina di Fiesole a Bellosguardo, fino alle colline sopra Sesto Fiorentino e Monte Morello (inizio ore 19 - ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o allo 055 5520407).


“Sembra ieri ma sono passati trent’anni. Per questo abbiamo pensato di raccontare questa lunga storia che ci ha visti sempre insieme”. Giovedì 28 luglio Ginevra Di Marco e Francesco Magnelli si raccontano e cantano al Giardino delle Rose. Un pianoforte e due voci, aneddoti, racconti, retroscena e canzoni per ripercorrere le tappe di una vita. (inizio ore 19 - ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria, info: firenzedallalto1@gmail.com).


A fine agosto, e più precisamente giovedì 25 agosto, la visita guidata di Cooperativa Archeologia porta fino al Colle di Arcetri e alla terrazza dell’Osservatorio Astronomico, passando per una serie di notevoli testimonianze storico artistiche (inizio ore 19 - ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o allo 055 5520407).

 
La Torre della Zecca, ubicata in Piazza Piave, nasconde moltissime storie e moltissimi segreti. La sua presenza ci parla di un tempo lontano, un tempo in cui la città intera era fortificata, da mura lunghissime e possenti. Le mura, costellate di torri e porte, abbracciavano il cuore di Firenze e continuavano idealmente anche sul fiume. La Torre della Zecca - come sarà possibile scoprire giovedì 1 settembre nel penultimo appuntamento curato da Cooperativa Archeologia - è infatti una delle poche testimonianze rimaste della trecentesca cinta muraria di Firenze ed era in origine parte di un edificio più grande, un piccolo forte. (inizio ore 18 - ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o allo 055 5520407).
 

“IN dialogo con Platone su le Cose dell’amore” è invece il titolo dell'incontro, previsto per giovedì 8 settembre a Villa Bardini, che vedrà protagonista il noto filosofo e psicanalista Umberto Galimberti. I suoi studi hanno seguito percorsi complessi con forte attenzione all'insegnamento junghiano. Al centro dei suoi interessi l'uomo che in un mondo dominato dalla tecnica si sente un "mezzo" nell'"universo dei mezzi", senza poter trovare un senso al suo esistere (ingresso libero con prenotazione info: firenzedallalto1@gmail.com).
 

Nella scorsa primavera La Nuova Pippolese - l'"Orchestrina a plettro" ricostituita per far rivivere la spensieratezza dei canti della tradizione fiorentina del Novecento – è uscita con il suo primo disco intitolato “Canzoni per Grilli e Rificolone”. Tra gli ospiti Irene Grandi e Alessandro Benvenuti, Saverio Lanza, Gaia Nanni, Il Conte Uguccione e molti altri ancora. Il progetto è vincitore del bando “Firenze Crowd. Seconda edizione” sostenuto da Fondazione CR Firenze e Fondazione Il Cuore si scioglie. Il concerto di giovedì 15 settembre al Forte Belvedere vedrà protagonista l'ensemble fiorentino insieme ad alcuni special guests (inizio ore 19 - ingresso gratuito con prenotazione obbligatoria - info: firenzedallalto1@gmail.com).
 

Chiude il programma della terza edizione di Firenze dall'alto l'ultima visita guidata con la Cooperativa Archeologia: “Toccando la Cupola del Duomo dalla terrazza del View On Art”, prevista per giovedì 22 settembre. Questa suggestiva terrazza è situata al sesto piano di un edificio storico nel cuore di Firenze, vicinissimo al Duomo e a pochi passi da Piazza della Signoria e dai principali monumenti del centro storico. La terrazza corre “ad elle” sulla sommità del palazzo e offre scorci a 360° sulla città e le colline adiacenti, offrendo una vista suggestiva (inizio ore 18 - ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria a turismo@archeologia.it o allo 055 5520407).
 
 
 
In foto alcuni momenti dell'edizione 2021
 
 
 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.