Firenze, in un vano tecnico della Manifattura Tabacchi la mostra 'Adesso no'

La mostra collettiva è parte del programma di NAM – Not A Museum di Manifattura Tabacchi

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 07 maggio 2022 11:59

Fino al 5 giugno NAM presenta “Adesso no”, collettiva a cura di Bruno Barsanti e Gabriele Tosi, con Lorenzo Lunghi, Cecilia Mentasti, Amitai Romm, Elisa Strinna, Evita Vasiljeva e – per la prima volta esposti in Italia – Jason Hendrik Hansma e Kristoffer Kjærskov. La mostra comprende opere di recente realizzazione, in alcuni casi pensate o riconfigurate appositamente per il progetto in relazione allo spazio espositivo di Manifattura Tabacchi.  

 

NAM - Not A Museum è il progetto di arte contemporanea di Manifattura Tabacchi dedicato alla ricerca, alla produzione e alla condivisione delle pratiche artistiche all’insegna dell’interdisciplinarietà, e ha dato vita ad un programma di mostre dedicate ai linguaggi del contemporaneo che vedono come protagonisti curatori e artisti con l’obiettivo di favorire il superamento dei confini espositivi tradizionali e interrogare i luoghi come spazi fertili di disseminazione culturale.  

 

La mostra è visitabile nel basement di Manifattura Tabacchi, che in questa occasione costituisce un passaggio alternativo tra la strada e il cortile. Il percorso espositivo attraversa un grande vano tecnico in cui corrono tubature, cavi e canaline ed è un invito ad ascoltare e ascoltarsi che nasce dalle frequenze messe in atto dalle opere in reazione agli automatismi dell’attuale paradigma tecnologico.


“Adesso No” raccoglie video, installazioni, sculture e interventi site specific che mettono in atto o evocano una potenziale disconnessione dalle infrastrutture che regolano il presente nel segno dell’efficienza e dell’ottimizzazione. 

 

Il titolo della mostra è un riferimento a una pubblicità d’autore di inizio millennio, diretta da Chris Cunningham per una nota azienda di telecomunicazione italiana. Sulle musiche dei Boards of Canada un rilassato Leonardo Di Caprio, steso su un prato, rispondeva: “Adesso no” alla notifica di un sms sul suo telefono cellulare. Partendo da un rifiuto che può essere interpretato come riconquista di uno spazio vitale, la mostra getta uno sguardo su una generazione di artisti europei che affronta e ridiscute i confini tra interno ed esterno, essere umano e tecnologia, informazione ed emozione.  

 

La mostra è aperta al pubblico dal 5 maggio al 5 giugno, dal mercoledì alla domenica dalle 14:00 alle 20:00 in Manifattura Tabacchi, a Firenze, ingresso da via delle Cascine 35. L’ingresso è libero e non è richiesta la prenotazione. 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.