Signa, trovati quaranta sacchi di rifiuti: scarico illecito in via Cavalcanti

Il titolare di una ditta è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti e sanzionato per 6.500 euro

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 09 marzo 2022 11:56

Sono stati rinvenuti circa quaranta sacchi neri di medie e grandi dimensioni contenenti rifiuti speciali (scarti di pellicceria, ritagli tessili, materiali per l’imbottitura di trapunte, prototipi da campionario) a Signa. Il ritrovamento risale al 14 gennaio, in via Cavalcanti, una via poderale che si infila in un tunnel in via Cavalcanti, scende poi fino a lambire il fiume Ombrone nei pressi della vecchia stazione di Carmignano.


Allertato dai cittadini residenti, il nucleo di Polizia ambientale di Signa - con la collaborazione degli Ispettori Ambientali di Alia - si è recato sul posto per le verifiche: da un'analisi dei rifiuti si è riusciti a risalire ai responsabili dell’illecito rintracciabili in un laboratorio della Valdera. Le indagini sulla ditta e sull'organizzazione del ciclo di lavorazione del laboratorio e la ricognizione del materiale repertato hanno consentito di individuare la ditta responsabile dello scarico. Così fa sapere il comune di Signa in una nota.

 

Il titolare, un cittadino di nazionalità cinese, avrebbe consegnato gli scarti a un raccoglitore di rifiuti ferrosi che, all' occasione, rivende ritagli riutilizzabili per la confezione di piccoli accessori. Il titolare della ditta empolese è stato denunciato per smaltimento illecito di rifiuti e sanzionato con una multa di 6.500 euro.


“Ringrazio la Polizia Municipale per il lavoro svolto. L’abbandono illecito di rifiuti è un atto grave nei confronti dell’ambiente e di tutta la comunità”, dichiara il sindaco Giampiero Fossi.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.