Lastra, aumentano le multe per violazioni del Codice della Strada e per abbandono dei rifiuti

Nel 2021 aumentati i verbali

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 19 febbraio 2022 18:33

Sono 5.841 i verbali emessi dalla polizia municipale di Lastra a Signa nel corso del 2021 per violazioni alle norme del Codice della strada (nel 2020 erano stati 3.341). Dati in aumento rispetto al 2020, un anno particolare dovuto alla pandemia e ai mesi di chiusura di attività e servizi causa lockdown.
 

E’ quanto emerge dal report sulle attività svolte nel 2021 dal comando lastrigiano, un anno che ha visto la polizia municipale di Lastra a Signa impegnata su più fronti, soprattutto a causa delle chiusure sulla FiPiLi dovute al cantiere dei lavori per la frana accaduta a inizio anno in corrispondenza della frazione di Inno. Controlli che si sono concentrati anche sul passaggio sul territorio dei mezzi pesanti, soprattutto dopo l’ordinanza emessa dal sindaco Angela Bagni nel giugno 2021 che vieta il passaggio ai mezzi sopra le 18 t da via Livornese.


L’azione della polizia municipale nel 2021 si è indirizzata anche su controlli di tipo ambientale e sugli abbandoni dei rifiuti: ben 77 le sanzioni per violazioni della normativa sui rifiuti (nel 2020 si fermavano a 20) che si sommano ai 40 verbali emessi dagli ispettori ambientali di Alia Servizi Ambientali SpA che in accordo con la polizia municipale svolgono azioni di monitoraggio, informazione, deterrenza e constatazione di illeciti contro i comportamenti scorretti verso l’ambiente primo tra tutti quello dell’abbandono dei rifiuti e l’utilizzo non corretto di cassonetti. Questi dati confermano la volontà dell’amministrazione comunale nel contrastare le cattive “pratiche” e assicurare così maggior sicurezza stradale e decoro, scrive il Comune in una nota.


"Segnaliamo alcune delle principali azioni svolte nel perseguire i cosiddetti reati ambientali: nel mese di dicembre 2021 si è concluso con la condanna dell’imputata al pagamento di un’ammenda pari a 13.000 euro il procedimento penale a carico dell’autore di un abbandono di rifiuti speciali avvenuto agli inizi di maggio del 2020 in via del Fantone a Lastra a Signa, su cui la Polizia Municipale ha svolto indagini che hanno portato all’individuazione della provenienza dei rifiuti stessi. Il 15 aprile 2021 si è conclusa con il pagamento di una oblazione per via amministrativa della somma di 6.500 euro l’indagine condotta dalla Polizia Municipale per un abbandono di rifiuti avvenuto il 19 gennaio a Lastra a Signa, nel bosco che fiancheggia via San Lorenzo ai Monti", continua il Comune di Lastra a Signa.


Tornando ai dati del report 2021, 154 sono stati i rilasci sui contrassegni per i portatori di handicap, 12 le rimozioni e demolizioni di veicoli abbandonati su aree pubbliche e 32 le pratiche per oggetti ritrovati, 31 le autorizzazioni permanenti di richieste per la Ztl e 46 per richieste temporanee di Ztl. Gli accertamenti sulle residenze sono stati ben 608.I posti di controllo effettuati nel 2021 sono stati 50 e i servizi in notturna, durante il periodo estivo e soprattutto per monitorare l’area pedonale del centro storico, sono stati 17. Infine 58 le rilevazioni tecniche di incidenti stradali sul territorio comunale.
 

“Esprimo soddisfazione – ha evidenziato l’assessore alla polizia municipale Annamaria Di Giovanni - per il prezioso lavoro svolto dal personale del corpo di polizia municipale sul nostro vasto territorio e in particolare a tutela della sicurezza stradale e dell'ambiente, azioni che hanno portato ad evidenti risultati e che si sommano alla necessaria attività ordinaria. Ringrazio molto le cittadine e i cittadini che con le loro segnalazioni ci aiutano a individuare i responsabili di comportamenti che colpiscono la nostra comunità e l’ambiente”.

 

(foto dal sito del Comune di Lastra a Signa)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.