Nardella: 'Questo Natale sarà migliore dello scorso. Ma valutiamo eventuali misure'

Il sindaco di Firenze: 'Niente concertone di Capodanno, ma vari eventi in città'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 16 novembre 2021 12:49

Con la Toscana ancora in zona bianca e non vicina alla zona gialla, nonostante un lento aumento dei nuovi positivi, c'è attesa per capire come sarà il Natale 2021, dopo le forti restrizioni dello scorso. A 'Studio24' su Rainews24 ne ha parlato il sindaco di Firenze, Dario Nardella: "Abbiamo i dati di stamani, sono in leggero aumento ma sotto controllo per l'area metropolitana di Firenze. Stamani 107 casi positivi, si registra qualche ricovero. Si tratta sempre di 'no vax', è un tema chiaro a tutti. Siamo consapevoli che dobbiamo affrontare il Natale con attenzione. Possiamo farlo in libertà, ma mantenendo tutte le regole fissate ormai da tempo. Il rischio è sempre dietro l'angolo, anche per le terze dosi siamo pronti a fare la nostra parte insieme alla Regione per l'allestimento degli hub vaccinali".

 

Quali misure ci saranno per Natale e le festività? "Ci vedremo nei prossimi giorni con il Prefetto per pensare alle misure eventuali da adottare. Di sicuro non organizzeremo il grande concertone di capodanno come facevamo di solito prima del Covid, ma diversi eventi sparsi per la città proprio per evitare grandi assembramenti e spalmare le attività di capodanno nei vari Quartieri. L'anno scorso nei giorni vicini a Natale sperimentammo molte misure, come i flussi unidirezionali nelle strade. Ci rimetteremo a lavoro per misure del genere, anche se credo che il Natale quest'anno sarà migliore di quello precedente dal punto di vista delle limitazioni. Voglio essere più ottimista".

 

Poi sulle restrizioni per chi non si è vaccinato: "Sono d'accordo con Bassetti sulla possibilità di mantenere determinate restrizioni per chi non si vaccina senza avere motivazioni fondate. Da padre, non solo da sindaco, provo un po' di rabbia perché a causa di una minoranza di persone che non vuole vaccinarsi dovremo vaccinare probabilmente i nostri bambini. Abbiamo 3 milioni e mezzo di bambini tra i 5 e gli 11 anni, che sono anche i meno soggetti agli effetti della pandemia, che si sta ragionando di vaccinare per raggiungere la soglia di immunità di gregge".

 
(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.