Prato, ubriaco aggredisce poliziotti intervenuti in un bar: arrestato

Un altro invece fermato mentre faceva il bagno in una fontana e minacciava i passanti

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 20 ottobre 2021 09:47

Giornata movimentata, lunedì 18 ottobre in piazza Duomo a Prato.

 

La polizia, udendo delle urla provenienti dalla piazza, è intervenuta notando un uomo, 43enne cinese, che, ubriaco e con gli abiti addosso, faceva il bagno nella fontana del  Pescatorello, urlando e minacciando i passanti i quali, incuriositi dall’insolita scena, si fermavano.

 

L’uomo, persona già nota per precedenti episodi molesti compiuti nella zona, dopo un iniziale resistenza, è stato convinto dagli operatori ad essere accompagnato in ospedale. Il 43enne, privo di permesso di soggiorno, è stato invitato a regolarizzare la propria posizione in Italia ed è stato segnalato all’autorità per ubriachezza molesta, fa sapere la Questura.

 

Nel pomeriggio invece la polizia è intervenuta in un bar della zona, per la presenza di un uomo che, ubriaco, stava arrecando disturbo agli avventori. Gli operatori sul posto hanno verificato che l’uomo, privo di mascherina sul viso e in evidente stato di alterazione, aveva avuto un diverbio a seguito di una ulteriore  richiesta di somministrazioni di alcolici, rifiutata dalla barista. All’invito ad esibire i propri documenti, "questi rispendeva ai poliziotti intervenuti in modo arrogante, rifiutando di consegnarli, e all’invito a seguirli in ufficio per l’identificazione, l’uomo poneva in essere comportamenti violenti: cercava di aggredire un operatore, cingendolo per il collo e colpiva con calci e pugni un secondo operatore presente", aggiunge la Questura.

 

L’uomo veniva a fatica immobilizzato e infine condotto in Questura, "dove, in segno di spregio, continuava avere atteggiamenti provocatori e contrari alla decenza", aggiunge la polizia  L’uomo, identificato in un 35enne marocchino, in possesso di regolare permesso di soggiorno ma con numerosi precedenti per fatti analoghi contro le forze dell’ordine e per furti compiuti nelle province di Prato e Firenze, è stato tratto in arresto per resistenza e lesione a pubblico ufficiale, denunciato per il comportamento avuto all’interno della questura e sanzionato per il mancato rispetto della normativa Covid e per lo stato di ubriachezza molesta.

 

(immagine dal sito della Questura di Prato)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.