A Palazzo Strozzi chiude American Art 1961-2001, in autunno arriva Jeff Koons

Oltre 55mila i visitatori alla grande esposizione dedicata all’arte americana, il 40% under 30

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

lunedì 30 agosto 2021 16:24

Cala il sipario sulle due iniziative che hanno segnato la ripartenza della Fondazione Palazzo Strozzi nella primavera 2021: la grande installazione di JR La Ferita, diventata un’immagine virale a livello globale sul tema dell’accessibilità ai luoghi della cultura nell’epoca del Covid-19, e la mostra American Art 1961-2001. Da Andy Warhol a Kara Walker, viaggio alla scoperta dell’arte moderna degli Stati Uniti a cura di Vincenzo de Bellis e Arturo Galansino, realizzata grazie alla collaborazione con il Walker Art Center di Minneapolis.

 

Se La Ferita di JR ha raggiunto grazie alla dimensione online milioni di persone nel mondo, in quanto condivisa da migliaia di visitatori e ripresa da tutti i principali media a livello internazionale, la mostra American Art 1961-2001, in tre mesi di apertura ha raggiunto la cifra di oltre 55.000 visitatori.

  

“Prima con la dirompente arte pubblica di JR, e poi con la grande mostra sull’arte americana, Palazzo Strozzi ha proposto due iniziative di straordinario rilievo e successo che hanno dimostrato la forza dell’arte e della cultura anche in un momento di forte difficoltà e incertezza come quello che stiamo vivendo – dichiara Arturo Galansino, Direttore Generale della Fondazione Palazzo Strozzi – I risultati ottenuti confermano la validità dell’offerta della Fondazione, in grado di essere sia un riferimento per il territorio che un’istituzione protagonista del dibattito artistico e culturale a livello nazionale e internazionale”.

 

Dalle analisi sul pubblico di American Art 1961-2001 emergono come dati importanti la partecipazione record dei giovani (oltre il 40% del totale), l’importante coinvolgimento del pubblico locale (oltre il 46% del totale) ma anche la conferma della capacità di Palazzo Strozzi di proporre un’offerta in grado di contribuire all’attrazione del turismo italiano e straniero (oltre 20.000 persone si sono recate appositamente a Firenze per visitare la mostra).

 

Dato rilevante della mostra American Art 1961-2001 è quindi la grande partecipazione del pubblico under 30, pari al 40% del totale dei visitatori. Con collaborazione degli studenti coinvolti da Palazzo Strozzi nel progetto Alternanza Scuola-Lavoro è stata anche realizzata un’indagine specifica che ha evidenziato alcuni tratti e caratteristiche significative di questo target di pubblico: il 50% dei visitatori under 30 ha visitato Palazzo Strozzi per la prima volta in occasione di questa mostra e il gradimento positivo si attesta al 96%. I canali web e social sono stati i principali veicoli di informazioni sulla mostra e condivisione dell’esperienza di visita: l’80% degli intervistati hanno scattato fotografie per condividerle online. Il 70% di loro vorrebbe essere attivamente coinvolto nella realizzazione di progetti futuri con Palazzo Strozzi.

 

Dal 2 ottobre 2021 la Fondazione Palazzo Strozzi ospiterà una grande mostra dedicata a Jeff Koons, una delle figure più importanti e discusse dell’arte contemporanea a livello globale. A cura di Arturo Galansino e Joachim Pissarro, la mostra porta a Firenze una selezione delle più celebri opere di un artista che, dalla metà degli anni Settanta a oggi, ha rivoluzionato il sistema dell’arte internazionale. Sviluppata in stretto dialogo con l’artista, la mostra Jeff Koons. Shine ospita prestiti provenienti dalle più importanti collezioni e dai maggiori musei internazionali, proponendo come originale chiave di lettura dell’arte di Jeff Koons il concetto di “shine” (lucentezza) inteso come gioco di ambiguità tra splendore e bagliore, essere e apparire.

 

La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi. Sostenitori: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi. Main partner: Intesa Sanpaolo.

  

Dal 28 ottobre al 12 dicembre 2021 la Fondazione Palazzo Strozzi presenta Alter Eva. Natura Potere Corpo, una mostra per gli spazi della Strozzina che, attraverso le opere di sei artiste italiane (Camilla Alberti, Irene Coppola, Martina Melilli, Margherita Moscardini, Silvia Rosi e Marta Roberti), innesca, partendo da un punto di vista femminile, una riflessione sul futuro fondato su nuovi principi di coabitazione naturale e sociale. Il progetto si inserisce all’interno di Palazzo Strozzi Future Art, nuovo programma della Fondazione Palazzo Strozzi nato dalla collaborazione con Andy Bianchedi in memoria di Hillary Merkus Recordati. La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi con la collaborazione di IED Firenze. Sostenitori Fondazione Palazzo Strozzi: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi, Intesa Sanpaolo.

 

Dal 19 marzo 2022 Fondazione Palazzo Strozzi e Musei del Bargello presentano Donatello, il Rinascimento, una mostra storica e irripetibile che mira a ricostruire lo straordinario percorso di uno dei maestri più importanti e influenti dell’arte italiana di tutti i tempi, a confronto con capolavori di artisti come Brunelleschi, Masaccio, Andrea Mantegna, Giovanni Bellini, Raffaello e Michelangelo. A cura di Francesco Caglioti e concepita come un’unica mostra su due sedi, Palazzo Strozzi e Museo Nazionale del Bargello, il progetto nasce come una celebrazione di Donatello in dialogo con musei, collezioni e istituzioni di Firenze e di tutto il territorio italiano oltre che tramite fondamentali collaborazioni internazionali, mirando ad allargare la riflessione su questo maestro nel tempo e nello spazio, nei materiali, nelle tecniche e nei generi, e ad abbracciare finalmente le dimensioni dell’universo donatelliano.

 

La mostra è promossa e organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi e Musei del Bargello in collaborazione con la Skulpturensammlung und Museum für Byzantinische Kunst dei Musei Statali di Berlino e il Victoria & Albert Museum di Londra, che saranno successive sedi della mostra nell’autunno 2022 e nella primavera 2023. Sostenitori Fondazione Palazzo Strozzi: Comune di Firenze, Regione Toscana, Camera di Commercio di Firenze, Fondazione CR Firenze, Comitato dei Partner di Palazzo Strozzi, Intesa Sanpaolo.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.