Ospedali, al San Pietro Igneo avviata anche la chirurgia ortopedica ambulatoriale

Al Centro artoprotesico di Fucecchio nessun ricovero per il paziente e rapida ripresa post operatoria

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 11 aprile 2021 12:46

Avviata l’attività chirurgica in regime ambulatoriale o in Day hospital, senza necessità di ricovero, presso l’Ospedale San Pietro Igneo di Fucecchio (Firenze). Si tratta della cosiddetta chirurgia breve, ovvero l’esecuzione di procedure chirurgiche con breve permanenza in ospedale che garantiscono un rapido ritorno al domicilio.

 

Circa il 70% di interventi di chirurgia ortopedica possono essere eseguiti in questa modalità grazie alla strumentazione tecnologica avanzata, già presente da tempo all’interno del Centro artoprotesico, diretto dal dottor Simone Nicoletti, oltre ad un team di professionisti altamente formati, come spiega l'Ausl Toscana Centro. Queste tipologie di interventi chirurgici sono oggi possibili grazie alle moderne tecniche chirurgiche mini-invasive, tecniche anestesiologiche selettive ed i protocolli di recupero rapido post-operatorio.

 

“Secondo le indicazioni regionali che sollecitano l’applicazione di queste forme di chirurgia breve, l’Azienda USL Toscana Centro ha già in programma di sviluppare questo tipo di attività in maniera sempre più diffusa e capillare, al fine di accrescere l’efficienza dell’organizzazione e la qualità della prestazioni, oltre a migliorare le condizioni del paziente, che di norma può essere restituito alla sua vita normale nell’arco di poche ore", sottolinea il dottor Renato Colombai, direttore sanitario Ospedale Fucecchio.

 

“Per la sua caratteristica di ospedale “focus” questo tipo di chirurgia rientra a pieno titolo nell’offerta specialistica dell’ospedale di Fucecchio, ovviamente integrato nella rete ospedaliera dell’Ausl Toscana Centro. L’organizzazione ha quindi lavorato per pianificare questo tipo di attività che richiede uno sforzo organizzativo e professionale impegnativo, in quanto si tratta di candidare a questo tipo di interventi pazienti idonei a questo percorso chirurgico, e garantire le professionalità in grado di attuare le tecniche previste. Pertanto ultimata questa fase preparatoria, a partire da questo di Aprile, le sale operatorie dell’ospedale di Fucecchio saranno chiamate a consentire questa ulteriore funzione ortopedica, un’attività mono specialistica, relativa all’ortopedia, che consenta di eseguire interventi in regime ambulatoriale", afferma il dottor Nicoletti.

 

L’azienda toscana centro ha deciso di valorizzare l’ospedale di Fucecchio non solo come polo di chirurgia ortopedica protesica ad alta specializzazione, ma anche come centro di riferimento zonale per le procedure in ciclo breve o diurno. In particolare saranno eseguiti interventi di chirurgia ortopedica tradizionale e interventi con tecniche artroscopiche mini-invasive sulle articolazioni della spalladel gomito e del ginocchio, senza la necessità di ricovero del paziente.

 

Il presidio ospedaliero si prepara ad offrire molte procedure, come la riparazione dei tendini in artroscopia, la cura delle lesioni meniscali, le procedure artroscopiche del gomito, e le procedure di chirurgia della mano (tunnel carpale, malattia di De Quervain, dito a scatto, malattia di Dupuytren, ecc) con degenze brevi di alcune ore.

 

L’avvio della nuova attività chirurgica è stata possibile grazie al lavoro congiunto del dottor Federico Manzi, direzione presidio ospedaliero, del Dipartimento chirurgico, diretto dal dottor Stefano Michelagnoli, della Anestesia di Empoli diretta dal dottor Rosario Spina, dall’Area di ortopedia diretta dal dottor Giovanni Benelli e all’apporto indispensabile di figure professionali fornito dal Dipartimento infermieristico coordinato dalla dott.ssa Loriana Meini.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.