Scarperia e San Piero, abbandono di olio motore esausto: due denunce

Denunciati due imprenditori ritenuti responsabili di abbandono di rifiuti speciali pericolosi

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 09 febbraio 2021 11:27

Due denunce nel Comune di Scarperia e San Piero da parte dei Carbinieri forestali, nei confronti di due imprenditori ritenuti responsabili di abbandono di rifiuti speciali pericolosi.

 

La Forestale è intervenuta dopo aver Individuato un contenitore della capienza di circa 25 litri, colmo di un liquido nero che, per densità e odore, era riconducibile a olio motore esausto. Attorno al contenitore, il suolo, il muro del manufatto e gli oggetti presenti erano impregnati di olio di colore nero. Poco distante dal contenitore era presente, riversato a terra, un filtro olio per motori agricoli.

 

Sul posto era parcheggiato un autocarro e nella vicina abitazione i forestali hanno individuato l’intestatario del mezzo, che riferiva di non essere a conoscenza delle circostanze dell’accaduto, dichiarandosi estraneo ai fatti. L'uomo risultava titolare di una ditta di giardinaggio, utilizzatore del magazzino e rimessaggio attrezzature. Sul posto anche un'altra persona, titolare di un'impresa analoga, si dichiarava estraneo ai fatti.

 

Secondo i militari però, visto che suolo e muri erano impregnati d'olio, si trattava di un'attività ripetuta nel tempo e non occasionale. Così secondo la ricostruzione i rifiuti sono stati considerati riconducibili alle attività delle due aziende, poiché utilizzatrici e detentrici di mezzi agricoli. Inoltre il magazzino è risultato gestito da entrambi i titolari, che collaborano nell’attività e vivono nei pressi del magazzino.

 

Così i Carabinieri forestali hanno denunciato in concorso tra loro i due uomini, per avere abbandonato e depositato in modo incontrollato sul suolo e nel suolo adiacente al magazzino aziendale, rifiuti speciali pericolosi costituiti da olio motore esausto e da un filtro olio motore.

 

L’olio esausto, se smaltito in modo sbagliato, può trasformarsi in un potente inquinante, con grave pericolo per il terreno e l’ambiente in genere, conclude la Forestale in una nota.

 

(foto dei Carabinieri forestali)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.