Firenze, entra nella Fontana del Nettuno inscenando una protesta: denuncia e multa

L'uomo era vestito da centurione

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 22 ottobre 2020 18:23

Vestito da centurione entra nelle Fontana del Nettuno inscenando una protesta incitato e ripreso da un complice in piazza. Ma per i due è scattata la denuncia per manifestazione e per l’intruso anche una multa da 160 euro.

 

É successo oggi, giovedì 22 ottobre, intorno alle 12.45. Un uomo vestito come un centurione romano ha scavalcato la recinzione della Fontana del Nettuno salendo sul bordo della vasca da dove ha iniziato ad arringare i passanti urlando frasi di protesta.

 

Gli agenti della Polizia Municipale intervenuti sul posto hanno notato tra le persone radunatesi un uomo che lo incitava filmandolo con il cellulare. Gli agenti hanno invitato più volte l'uomo nella fontana a interrompere la protesta e a uscire dalla fontana. Questi ha dichiarato che sarebbe uscito a patto venissero attaccati alcuni manifesti di una associazione di cui lui si dichiarava presidente. Alla fine l’uomo ha interrotto la protesta seguendo gli agenti presso la sede della Polizia Municipale a Palazzo Vecchio dove è stato identificato.

 

Nel frattempo, come si legge in una nota diffusa dal comune, la Polizia Municipale insieme alla Polizia di Stato ha rintracciato l’altro uomo, anche egli identificato. Grazie alle immagini delle telecamere è emerso che i due si conoscevano e che erano arrivati insieme in piazza. Per questo entrambi sono stati denunciati per manifestazione non autorizzata e uno dei due è stato anche multato per essere entrato nella fontana (sanzione da 160 euro). Per i due, già noti per aver effettuato manifestazioni simili in altre città, è scattato anche il foglio di via della Questura.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.