Firenze, addio a Narciso Parigi

Le condoglianze della Fiorentina. Camera ardente in Palazzo Vecchio

Galleria immagini

2740 Visualizzazioni

sabato 25 gennaio 2020 09:22

Ha dato voce a Firenze e il suo inno ha fatto cantare generazioni di tifosi viola. Ci ha lasciati Narciso Parigi.

 

Il cantante e attore, interprete dell'inno della squadra viola, si è spento nella sua casa a 92 anni.

 

Ma il Franchi di Firenze non smetterà di cantare la Canzone Viola di Narciso Parigi, e la Fiorentina rivolge un pensiero sui suoi canali ufficiali.

 

"Per sempre di Firenze vanto e gloria. Il presidente Rocco Commisso e tutta la Fiorentina piangono la scomparsa di Narciso Parigi. Voce della "Canzone Viola", musicista, artista e tifoso che ha portato il nome di Firenze e della Fiorentina nel mondo". 

 

Il 29 novembre Narciso aveva compiuto 92 anni, con una festa al Teatrodante Carlo Monni, nella sua città natale Campi Bisenzio, dove ha ricevuto il “Premio Levriero Città di Campi”.

 

"Ci lascia un talento, un artista che ha reso Campi famosa in tutto il mondo", scrive il Comune di Campi su Facebook.

 

"Firenze perde una voce amatissima e inconfondibile. Parigi ha legato il proprio nome alla città e al suo cuore viola”. Sono le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella, appresa la notizia della scomparsa del cantante fiorentino.


“Il 29 novembre scorso 2017, nel giorno del suo 90esimo compleanno decidemmo di fargli come regalo il Fiorino d’oro della città, la massima onorificenza di Firenze. Parigi è un fiorentino doc e un cantante amato non solo nella sua città ma anche all'estero, negli Stati Uniti, dove è stato ambasciatore della migliore tradizione musicale italiana. Ogni volta che veniva allo stadio – aggiunge Nardella – tutti i tifosi gli facevano sentire il loro affetto e lui non risparmiava mai il suo sostegno e tutto il tifo di cui capace”.

 

“Sono molto dispiaciuto della notizia di questa mattina in merito alla scomparsa di Narciso Parigi - ha dichiarato il presidente della Fiorentina Rocco Commisso - Amo la musica e da quando sono arrivato a Firenze ho cercato di imparare subito il nostro inno, una canzone che porto nel cuore e che riflette l’amore, la passione e la storia della nostra squadra e della città. Purtroppo non ho fatto in tempo a conoscerlo, proprio nei prossimi giorni in cui sarò di nuovo a Firenze stavamo organizzando di andarlo a trovare, sapevamo che non stava molto bene. Mi dispiace non avere fatto in tempo. Le note e le parole dell’inno della Fiorentina continueranno a suonare sempre anche per lui”.

 

Domenica, dalle 10 alle 19, sarà allestita la camera ardente in Palazzo Vecchio.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.