Volley, Il Bisonte vola: 3-0 e 2° posto. Bene in rimonta la Savino del Bene

Sport
01/11/2019

Due vittorie per le formazioni fiorentine

Il Bisonte mette in piedi un altro grande show sul palcoscenico del PalaFenera di Chieri, e travolge 3-0 la Reale Mutua, fino a oggi imbattuta in casa, incamerando altri tre punti in un campionato finora straordinario: adesso la classifica dice secondo posto con 12 punti per Firenze. Anche stavolta le bisontine hanno utilizzato tutti gli ingredienti per venire a capo di un avversario non semplice: le qualità tecniche, con una distribuzione di punti spalmata praticamente su tutte le giocatrici impiegate, quelle mentali, messe in mostra soprattutto nei finali punto a punto sempre direzionati in proprio favore, e quelle fisiche, con la squadra che non sembra davvero aver giocato quattro partite negli ultimi dodici giorni.

 

Giovanni Caprara parte con Dijkema in regia, Nwakalor opposto, Degradi e Daalderop in banda, Maglio e Fahr al centro e Venturi libero, mentre Bregoli risponde con Poulter in palleggio, Grobelna opposto, Enright e Guerra schiacciatrici laterali, Mazzaro e Rolfzen al centro e De Bortoli libero.

Il primo break lo firma Degradi con due attacchi da seconda linea, intervallati da un muro di Maglio (2-5), con Bregoli che chiama subito time out e la canadese (cinque punti nel set col 60%) che al rientro allunga ancora (3-8): Il Bisonte è un rullo compressore, Degradi (cinque punti anche per lei nel parziale) mette giù il 5-11 e Bregoli ferma di nuovo il gioco, ma alle bisontine riesce davvero tutto, ed è con quattro muri nel giro di pochi punti (saranno sei in totale nel set) che costruiscono addirittura il + 10 (8-18). Chieri non ci sta e con Bosio e Perinelli in campo per Poulter e Enright dà qualche segno di reazione (13-19), Caprara chiama saggiamente tempo e cambia in posto 4 (dentro Foecke e Santana), ma la Fenera si avvicina addirittura a 16-19 con Mazzaro e Caprara ferma di nuovo tutto. Si entra nella fase decisiva, Fahr con un muro e con un primo tempo rintuzza i tentativi delle locali (19-22), poi Daalderop, appena rientrata, procura il set point con due attacchi e l’errore al servizio di Grobelna vale il 21-25.

 

Nel secondo è Chieri (con Perinelli lasciata in campo per Enright) a partire meglio (3-0), sul 7-4 Caprara inserisce Foecke per Degradi, e proprio l’americana trova i due punti che valgono il pareggio sull’8-8, anche se subito dopo Guerra e Perinelli ricreano il + 3 (11-8) che costringe Caprara al time out: altro inseguimento e altro pari di Foecke (14-14), poi l’ace di Maglio significa primo sorpasso (15-16) e il muro di Fahr il + 2 che consiglia Bregoli di fermare il gioco (16-18). Al rientro Nwakalor mura a uno Guerra (16-19), sul 17-21 sembra fatta ma la Fenera reagisce ancora e con tre punti di fila si avvicina (20-21), tanto che Caprara decide di chiamare time out: Fahr attacca out (21-21), poi dopo l’attacco vincente di Daalderop la centrale si rifà con l’ace (21-23), ma il muro di Rolfzen vale di nuovo la parità (23-23), anche se poi Daalderop e Degradi riescono a chiudere 23-25.

 

Nel terzo c’è Foecke in 4 con Daalderop e l’avvio è anche peggiore rispetto al secondo (7-1), Caprara prova a correre ai ripari con Santana e Alberti e le bisontine iniziano a rimontare (8-6), con Bregoli che chiama time out: Il Bisonte si avvicina ancora con una super Alberti (due fast e un ace per l’11-10), la Reale Mutua risponde col muro di Poulter (16-13), ma un altro lungo inseguimento vale la parità grazie all’ace di Foecke (17-17) e poi il sorpasso col primo punto del match di Santana e l’altro ace di Foecke (17-19). Bregoli chiama time out e butta dentro Enright e Akrari, Chieri impatta subito (19-19), ma le bisontine sono ancora implacabili nel momento decisivo, con Nwakalor (otto punti nel set) che firma il nuovo + 3 (20-23): l’ultima reazione locale è con il muro di Rolfzen (22-23), Caprara chiama time out e al rientro Fahr procura due match point (22-24), per poi trasformare il primo con il muro (22-25) e laurearsi mvp della partita con 11 punti (7 in attacco col 53%, tre muri e un ace.

 

“Era molto importante vincere e portare a casa i tre punti, perché contavano per la nostra classifica: queste sono state due settimane molto dure, è tosta giocare ogni tre giorni, ma siamo state veramente brave e sono felicissima del risultato", dice Sarah Fahr. "Adesso affronteremo le prossime partite con lo stesso spirito con cui abbiamo affrontato le prime cinque: senza paura di perdere, tranquille e sicure di noi. A Firenze ho trovato un ambiente bellissimo, Il Bisonte è una grande famiglia e sono contenta di aver scelto di venire a giocare in questa squadra”.

 

Vittoria anche per la Savino del Bene, che dopo il successo a Bergamo ha sbancato il campo del Monza in rimonta, per 3-2. Coach Mencarelli si presenta alla sfida con il 6+1 composto da Malinov al palleggio, Stysiak da opposto, Stevanovic e Kakolewska al centro, Bosetti e Bricio in banda e Merlo da libero. Il primo set inizia in sostanziale equilibrio, Stysiak e Stevanovic guidano l’attacco Scandiccese, Ortolani e Mariana quello brianzolo. A metà set è Monza a cercare l’allungo e sul 14-11 Mencarelli deve fermare il match con un time out. Scandicci si rifà sotto con le solite Stevanovic e Stysiak, ma anche grazie agli errori di una Monza che, soprattutto al servizio, regala qualcosa. La formazione di Dagioni riesce a allungare nuovamente fino al 21-18 e Mencarelli è costretto a spendere un altro time out. Al rientro in campo Monza è comunque più pronta e arriva fino al 24-18 firmato su ace da Squarcini. La Savino Del Bene che ha mandato in campo Milenkovic per Bricio deve arrendersi a fine set: il punteggio è 25-21 per Monza.

 

Sconfitta nella prima frazione, la Savino Del Bene cerca un pronto riscatto. Dopo lo 0-2 con cui si apre il set però è nuovamente la Saugella ad accumulare un po’ di vantaggio. Skorupa si inventa una geniale alzata per Ortolani che dalla seconda linea fa 8-5. Scandicci non molla e colma il gap: ace di Kakolewska ed è 8-8. Da questo momento le squadre procedono a braccetto, spesso in parità. Mencarelli in corso di set inserisce nuovamente Milenkovic per Bricio e poi, 17-16, Pietrini per Bosetti. Il set resta equilibrato, ma sul 20-19 di Orthmann il tecnico di Scandicci si gioca un time out. Al rientro in campo la partita rimane punto a punto, Ortolani con un pallonetto regala il 22-20 a Monza, ma Sloetjes appena entrata in campo confezione due punti consecutivi per il 23-22. L’apporto dell’olandese è importante, ma anche il secondo set è della Saugella: 25-23.

 

Scandicci mette in campo un rabbioso avvio di terzo set e arriva sullo 0-4 con un bel muro di Stysiak. La Savino Del Bene riesce a gestire il vantaggio anche durante il tentativo di rimonta di Ortolani e compagne (7-9). Sull’8-15 coach Dagioni inserisce l’ex Scandicci Di Iulio al posto di Skorupa e, nonostante i potenti colpi di Stysiak, Monza riesce a riportarsi sul -5. Il margine è ancora importante e sembra che il set sia destinato a chiudersi in favore di Scandicci. Heyrman ed un lungo turno di servizio di Obossa, autrice di due ace, portano la Saugella sul -2 (18-20). Mencarelli decide dunque di fermare il match con un time out. Al rientro in campo Stysiak piazza un attacco ed un ace decisivi. Il punteggio di fine set è 20-25, con la Savino Del Bene che conquista la prima imposizione di set.

 

Nel quarto set le ragazze di Mencarelli dimostrano di essersi sbloccate. In campo c’è Cardullo per Merlo, ma soprattutto c’è un atteggiamento diverso in campo. Pronti via Stysiak trascina le compagne fino all’1-4, mentre è una bella fast di Stevanovic a valere il 4-8. A muro lavorano bene Kakolewska e una Malinov ispirata nel fondamentale. Un ace di Stysiak fa 8-16 e il set sembra prendere la via di Scandicci. Dagioni manda in campo Di Iulio per cambiare l’andamento della frazione, ma la Savino Del Bene non soffre le diverse traiettorie di Monza. Nel finale di set c’è anche la firma di Milenkovic e di Kakolewska. La Savino Del Bene vince 14-25, pareggia il conto dei set e accede al terzo tie break nei primi tre incontri di campionato.

 

Il tie break si apre con il servizio vincente di Milenkovic e con una Savino Del Bene che sulle ali di Stysiak e Pietrini vola sul 2-5. La Saugella Monza prova ad uscire dal momento di difficoltà e si porta sul 5-6 con un ace, ma Malinov con il murone del 5-8 consente alla Savino Del Bene di cambiare campo in vantaggio. Nella seconda metà di quinto set Stysiak affonda il colpo del 7-10 e Monza ferma la gara con il time out di Dagioni. Al rientro in campo le Brianzole mettono a referto due punti consecutivi (9-10) e così è Mencarelli ha chiamare tempo. Il finale di gara è tirato, il pallone è pesante e c’è qualche errore di troppo. Sul 12-14 nessuna delle due squadre vuole perdere, Mencarelli ferma il match e al rientro in campo le sue ragazze lo premiano: Stysiak firma il 12-15 ed i due punti li porta a casa la Savino Del Bene. Sofferta e ancora una volta al tie break, ma la Savino Del Bene strappa la terza vittoria in quattro incontri con Stysiak eletta MVP.

 

Coach Mencarelli post partita: “Non è che ci siamo sbloccati nel terzo set, ma abbiamo messo a posto alcuni aspetti della nostra tecnica e per noi è cominciato a funzionare tutto. Già nel secondo set avevamo visto che funzionava meglio il nostro cambio palla e questo ci ha dato più coraggio per rischiare di più sul servizio e sul break point. È stata una strategia che ha funzionato, perchè Monza ha iniziato a ricevere peggio ed è diventata molto più scontata in attacco. Abbiamo cominciato a murare, a toccare a muro ed a difendere quando non affrontavano il nostro muro. Questo ci ha permesso di prendere fiducia e con questa tutto il resto”.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.