Lavori Fi-Pi-Li, da stanotte il cambio di corsia. Ceccarelli: 'Cantiere in anticipo di 10 giorni'

Cronaca
23/07/2019

Sconto del 50% per i tir che useranno il percorso alternativo in Autostrada

"I lavori lungo la Fi-Pi-Li non solo stanno procedendo nel rispetto del cronoprogramma previsto in fase di gara, ma la ditta è 10 giorni in anticipo rispetto a quanto preventivato. Lo dico per fare chiarezza. Io ed i tecnici regionali abbiamo avuto ed abbiamo numerose e periodiche riunioni con la ditta che ha vinto l'appalto, ogni giorno riceviamo un monitoraggio sull'avanzamento dell'opera e ci vengono comunicate le presenze sul cantiere. Siamo più che attenti allo svolgimento di questi lavori e siamo ben consapevoli dei disagi che i cittadini toscani che utilizzano la Fi-Pi-Li stanno vivendo. Ma siamo anche consapevoli della necessità di migliorare la sicurezza della strada regionale più importante e trafficata della Toscana, con interventi che vanno ben oltre la manutenzione ordinaria e straordinaria e che non erano più rimandabili". A dirlo l'assessore regionale alle infrastrutture Vincenzo Ceccarelli.

 

"Il fatto di non vedere operai in strada non indica per forza che la ditta non sia impegnata in altre operazioni, oppure che non sia in corso una fase di lavorazione che non prevede presenza in strada. Ad esempio oggi non ci saranno operai in strada perchè è in corso il cambio di corsia, cioè la prima fase di lavoro si è conclusa con la costruzione del nuovo guard rail e il cantiere stanotte verrà spostato. In questo modo da domani la Fi-Li-Li nel tratto tra gli svincoli di Ginestra e Montelupo sarà transitabile sempre con una corsia per senso di marcia, ma entrambe le corsie saranno ricavate sulla stessa carreggiata. Così l'impresa potrà lavorare su tutta l'altra carreggiata, libera", continua Ceccarelli.

 

"Infine il nodo dei lavori in notturna - aggiunge l'assessore - Come ho già spiegato più volte e riportato anche in aula consiliare, soltanto alcune lavorazioni possono essere fatte in notturna, ad esempio le asfaltature. Ieri abbiamo approvato la convenzione che presto garantirà uno sconto sul pedaggio autostradale di circa il 50% ai mezzi pesanti che sceglieranno le autostrade A11 e A12 come alterna tiva alla Fi-Pi-Li. In questo modo pensiamo di influire in maniera efficace sulla riduzione delle code e la sicurezza degli automobilisti. Siamo attenti e presenti, ed è nostra cura garantire la fruibilità dell'infrastruttura nell'interesse di tutti i cittadini".

 

Nel corso dell'ultima seduta è stato infatti approvato lo schema di convenzione tra Regione Toscana, Autostrade per l'Italia Spa, SALT Spa e Telepass Spa per riconoscere uno sconto di circa il 50% sulla tariffa autostradale ai mezzi pesanti (classi 3, 4 e 5) che percorrono le A11 e A12 in alternativa alla S.G.C. FIPILI.
Approvato inoltre il ‘Piano di Miglioramento degli Standard di Sicurezza della sgc Fi-Pi-Li' trasmesso dalla Città Metropolitana di Firenze, che prevede interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria per oltre 4,7 milioni.

 

"Visti cantieri attivi lungo la Fi-Pi-Li per aumentarne la sicurezza e la volontà di limitare per quanto possibile i disagi all'utenza e le code – ha spiegato l'assessore Ceccarelli - la Regione Toscana sta portando avanti tutto quanto in suo potere per ridurre le criticità e, tra queste, la presenza in strada di mezzi pesanti. Stiamo lavorando e stringendo accordi con i vari soggetti interessati per rendere più conveniente il transito in autostrada agli autotrasportatori che abitualmente percorrono la sgc Fi-Pi-Li. La riduzione potrà essere applicata soltanto in presenza di Telepass o Viacard, ma si tratta di strumenti molto diffusi e normalmente utilizzati da chi viaggia per lavoro".

 

Se i tempi previsti saranno rispettati (in particolare è necessario un nulla osta da parte del Ministero delle infrastrutture-MIT), l'agevolazione tariffaria per i mezzi pesanti entrerà in vigore dal prossimo 30 luglio. In caso di ritardi nell'arrivo del nulla osta governativo, la nuova tariffazione non potrà partire il 30 luglio, ma sarà avviata il quinto giorno lavorativo successivo alla notifica del parere da parte del MIT. La fase iniziale di incentivo – sperimentale – sarà a carico di ASPI e SALT, senza oneri per la Regione Toscana. La fase sperimentale durerà 2 mesi, al termine dei quali la Regione valuterà se far proseguire l'iniziativa, questa volta a carico del bilancio regionale. Così riporta una nota della Regione.

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.