Vis Art

Vicchio, al via il restauro del ponte sulla Sieve

I lavori sono iniziati nelle scorse settimane

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

lunedì 25 settembre 2023 10:56

Sono stati stanziati 500mila euro per il restauro del ponte sul fiume Sieve in località Ponte a Vicchio (Firenze), grazie a un progetto del PNRR.


Gli interventi, come riferisce il comune di Vicchio in una nota, prevedono la rimozione della vegetazione e la pulizia delle superfici, il ripristino delle porzioni di muratura mancanti lesionati o ammalorati, la scarnitura profonda dei giunti, la rimozione degli elementi della cimasa in pietra staccati dal supporto o deteriorati e il taglio della pavimentazione bituminosa, il consolidamento del materiale di riempimento delle arcate del ponte con iniezione di miscela cementizia, la realizzazione di nuovo tappeto d’usura e e la realizzazione di un nuovo impianto di illuminazione del ponte.

 

Per quanto riguarda le opere di salvaguardia, invece, è prevista la rimozione della vegetazione infestante e pulizia delle superfici in muratura verso la Steve, il ripristino delle porzioni di muratura mancanti, la ricostruzione di parti di paramenti murari lesionati o ammalorati, la scarnitura profonda dei giunti con rimozione della malta ammalorata, la ristilatura dei giunti su paramenti murari esistenti con malta a base di calce, la scarifica della superficie di intradosso della soletta in c.a. del ponticello sul Fosso delle Pulci, il ripristino della sezione con malta tixotropica, previa pulizia e trattamento antiruggine delle armature presenti, la demolizione delle porzioni di muratura deteriorata delle due spalle del ponticello sul fosso delle Pulci, il taglio della pavimentazione e realizzazione dei due varchi nel piano stradale per l’esecuzione dei getti per il ripristino delle spalle del ponticello, la realizzazione di armatura metallica occorrente per la realizzazione delle porzioni mancanti delle due spalle del ponticello e, infine, il getto di calcestruzzo per ripristino delle spalle tramite apposita tramoggia.

 

Negli ultimi anni la condizione di degrado e criticità del ponte si era aggravata tanto da richiedere nel 2021 un intervento di riparazione urgente da parte del Comune, finanziato anch’esso dal PNRR con 20mila euro e concluso da tempo, che ha consentito di alzare la portata del ponte da 5 a 18 tonnellate e di rimuovere la condizione di pericolo dovuta al distacco di porzioni del paramento murario. Il ponte ha subito negli anni vari rimaneggiamenti mantenendo però inalterata la sua forma medioevale originaria e la sua carreggiata, larga solo 3 metri e 60 consente un solo senso di marcia e la portata fino a 18 tonnellate.

 

“Dopo i lavori di ripristino dello scorso anno - le parole del consigliere delegato Fabio Cipriani riportate nella nota del comune - sono ora in corso le opere di restauro per riportarlo alle antiche origini con una valenza storico culturale considerato che venne costruito dalla repubblica fiorentina nel 1295 come primo ponte in muratura sulla Sieve propedeutico alla edificazione del castello avvenuta a partire dal 1324. I lavori sono curati dall’Ufficio tecnico del comune con la supervisione della soprintendenza e il contributo del gruppo BeF. Si tratta di un intervento estremamente importante non solo per il nostro comune ma per tutto il Mugello”.

 

In foto il consigliere delegato Fabio Cipriani 

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.