Sesto, inaugurata via Nilde Iotti

La nuova strada realizzata da Publiacqua Spa nell’ambito degli interventi di potenziamento dell’acquedotto

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 20 novembre 2021 18:53

A Sest Fiorentino c'è via Nilde Iotti. Nella mattina di oggi, sabato 20 novembre, a Sesto Fiorentino si è svolta l’inaugurazione e intitolazione di via Nilde Iotti, la nuova strada realizzata da Publiacqua Spa nell’ambito degli interventi di potenziamento dell’acquedotto di Sesto Fiorentino. Alla cerimonia hanno preso parte il sindaco, Lorenzo Falchi, il presidente di Publiacqua Spa, Lorenzo Perra, la consigliera delegata alle Pari opportunità Irene Falchini e la presidente dell’Istituto Gramsci Toscano Annalisa Tonarelli.

 

La nuova viabilità andrà a congiungere con direzione nord-sud viale Rosselli con via Gramsci, migliorando la sicurezza per gli utenti della scuola Pascoli e permettendo un riassetto complessivo della circolazione tra viale XX Settembre e Quinto Alto, come spiega il comune di Sesto.

 

I lavori eseguiti da Publiacqua hanno visto l’adeguamento del tracciato lungo la preesistente strada “ex Cavet” che costeggia il parco degli Etruschi, la realizzazione della rete di raccolta della acque meteoriche, la riorganizzazione del parcheggio su via Rosselli e dell’illuminazione pubblica. Di fronte alla scuola Pascoli è stato inoltre realizzato un passaggio pedonale ad alta visibilità e sono stati inoltre adottati accorgimenti per indurre i veicoli in transito a rallentare. Il valore complessivo dell’intervento è stato di circa 980mila euro.

 

“L’apertura di questa nuova strada rappresenta un passaggio importante, sia perché si lega a una serie di interventi di potenziamento dell’acquedotto sia per il valore simbolico e ideale della scelta di legarla a Nilde Iotti - ha detto il sindaco Falchi - Con questa intitolazione facciamo non solo seguito ad un preciso impegno preso in Consiglio, ma diamo centralità ad una donna straordinaria per la storia dell’Italia repubblicana. Ringrazio gli ex assessori Massimiliano Kalmeta e Diana Kapo che nello scorso mandato hanno lavorato insieme per avviare la realizzazione di quest’opera, la vicesindaca Claudia Pecchioli che ne ha seguito le fasi finali e tutti i nostri tecnici oltre, ovviamente, a Publiacqua”.

 

“Questo intervento è parte di un lavoro assai più ampio di potenziamento dell’acquedotto a Sesto - ha ricordato il presidente di Publiacqua Lorenzo Perra - L’appalto è stato da poco assegnato e in 600 giorni dall’avvio contiamo di ultimare il progetto. È uno degli ambiti di intervento della nostra azienda che solo nel 2021 ha investito 107 milioni di euro per migliorare la rete nei 45 comuni serviti e per realizzare opere per la depurazione”.

 

“L’odonomastica è il filtro attraverso il quale leggere un territorio - ha sottolineato la consigliera Falchini - Scegliere determinate persone e determinati eventi è indicativo dei valori a cui la nostra comunità si ispira. A Sesto questo è particolarmente evidente, anche se purtroppo ancora la presenza delle donne è minoritaria. La scelta di intitolare a Nilde Iotti questa nuova strada ci riempie di soddisfazione perché costituisce un passo in avanti nel giusto riconoscimento del ruolo della donna nella storia recente del nostro Paese e un motivo di impegno per proseguire questo cammino”.

 

“Viene data forse troppa poca importanza ai nomi dei luoghi - ha detto la presidente dell’Istituto Gramsci Annalisa Tonarelli - In tutto il nostro Paese i luoghi intitolati a donne sono ancora una frazione trascurabile del totale: è un dato su cui riflettere anche alla luce della vita di Nilde Iotti, costituente ed presidente della Camera autorevole e apprezzatissima. Nonostante la sua esperienza, la situazione delle donne in Italia rimane drammatica, il cambiamento sta procedendo con grande lentezza specialmente nel mondo del lavoro. Ci sono però anche segnali positivi: in alcuni ambiti, come quello della politica e dell’amministrazione, la differenza di genere si è attenuata anche grazie a iniziative specifiche di cui stiamo vedendo gli effetti, dando l’opportunità a donne giovani e istruite di trovare spazio e competenze”.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.