Vis Art

Firenze, nuovi bussini elettrici in centro: obiettivo Natale 2022

L'Ad di Autolinee Toscane: 'Disponibilissimi a collaborare per l’estensione della rete elettrica dei bus'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

sabato 13 novembre 2021 17:02

Torneranno i bussini nel centro storico di Firenze. L'obiettivo del comune di Firenze è di far arrivare entro il Natale dell'anno prossimo nuovi bussini elettrici in città, da destinare soprattutto al servizio dei cittadini del centro storico. I fondi, circa sei milioni di euro, sono compresi nei progetti del React e devono essere spesi entro fine 2022.

 

I bussini hanno un costo medio di 450mila euro l’uno e verosimilmente ne saranno acquistati una dozzina. E’ in corso un approfondimento tecnico con il nuovo gestore del trasporto pubblico regionale AT su allestimento e dimensioni.


“La mobilità sostenibile ed in particolare quella elettrica è da sempre una priorità nel territorio fiorentino - dichiara il sindaco Dario Nardella - Per questo il rinnovo della flotta pubblica riveste una fondamentale importanza tra le iniziative da attuare per una città sempre più verde e sostenibile. I bussini del centro storico saranno inoltre un presidio fondamentale a servizio dei residenti”.

 

Siamo disponibilissimi a collaborare con il Comune di Firenze, tutti gli enti locali e la Regione Toscana, concessionaria del servizio, per l’estensione della rete elettrica dei bus. Il tema della sostenibilità dei mezzi e lo sviluppo di una rete sempre più efficiente di trasporto pubblico è e deve essere la normalità del futuro di questo settore” commenta Jean-Luc Laugaa, Ad di Autolinee Toscane, dopo l’annuncio del Comune di Firenze su nuovi investimenti per bus elettrici in città.

 

Immagine di repertorio

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.