Gkn, nuovo incontro tra sindacati e azienda. 'Ritirare la messa in liquidazione'

I lavoratori con gli studenti del Calamandrei. 'Possibilità di uno sciopero studentesco in solidarietà alla lotta Gkn'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 21 ottobre 2021 17:56

Incontro tra sindacati e Gkn. "Nell’ambito del secondo incontro previsto dall’art. 9 del CCNL che si è svolto stamattina, da remoto, fra la Gkn e Rsu, Fim Cisl, Fiom Cgil e Uilm Uil, l’azienda ha sostanzialmente confermato quanto già emerso al Mise, evidenziando di aver avuto interlocuzioni quotidiane con il governo e i ministeri competenti per giungere al più presto all’individuazione di un advisor che lavori ad una proposta di reindustrializzazione del sito che tenga conto della continuità occupazionale", fa sapere la Fiom.


Sindacati e Rsu hanno ribadito che "qualsiasi negoziazione debba partire dal ritiro della messa in liquidazione e sgombrando il campo da una possibile riapertura della procedura di licenziamento dei lavoratori", si legge nella nota di Fim Cisl, Fiom Cgil, Uilm Uil Firenze.


A queste sollecitazioni, l’azienda ha risposto di non ritenere la messa in liquidazione come preclusiva di qualsiasi trattativa e che la procedura di licenziamento non sia attualmente sul tavolo, pur non escludendola in futuro.

 

"Per quanto riguarda l’informativa sulle ragioni della chiusura, l’azienda ha mantenuto un atteggiamento elusivo, non rispondendo in maniera chiara alle domande puntuali della RSU in merito alle presunte criticità produttive che hanno portato alla decisione della chiusura dello stabilimento, né tantomeno alle richieste di informazione riguardo alle esternalizzazioni dei volumi a seguito della chiusura di Gkn Campi Bisenzio".


Il confronto in sede sindacale proseguirà il 2 novembre, in attesa comunque di una convocazione al Mise che Fim, Fiom, Uilm e Rsu auspicano arrivi rapidamente per affrontare il tema del futuro della vertenza.

 

Questa mattina i lavoratori del Collettivo di fabbrica Gkn erano all'Istituto Calamandrei. "Quando non hai adeguati spazi per tenere l'assemblea o non hai tempo per il canonico preavviso o hai finito semplicemente il monte-ore o non ti viene riconosciuto il diritto a farla, si procede di solito a convocare uno sciopero per poi poter svolgere assemblea. Fin qua nulla di nuovo: in fabbrica l'abbiamo fatto centinaia di volte. Ma questo metodo - sensibilizzazione, picchetto, sciopero, assemblea - stamattina è stato utilizzato all'Istituto superiore Calamandrei di Sesto dagli studenti stessi. Insieme a noi. Con in testa lo striscione #insorgiamo, siamo partiti dal raccontare la nostra lotta, le sue ragioni, i suoi metodi e poi hanno proseguito le studentesse e gli studenti con le proprie ragioni e le ragioni per insorgere in difesa dell'istruzione pubblica".

 

"Ci dicono che lo sciopero studentesco ha avuto una adesione importante. Da settembre abbiamo tenuto alcune assemblee congiunte tra studenti e operai Gkn, con l'intuizione che fosse possibile arrivare a convocare uno sciopero studentesco. Confermiamo la potenzialità di questa intuizione: la possibilità di uno sciopero studentesco in solidarietà alla lotta Gkn ma soprattutto in difesa dell'istruzione pubblica. C'è un territorio che deve insorgere per difendersi: per difendere i propri posti di lavoro, i diritti, il presente di chi oggi studia e il futuro di chi, terminati gli studi, dovrà provare a lavorare. Se anche solo la nostra lotta finisse oggi stesso, se il solo risultato fosse quella di trasmettere alle nostre figlie e figli, alle studentesse e agli studenti, ai lavoratori del futuro il senso della lotta, della dignità, dell'organizzazione, avremmo fatto comunque qualcosa di importante. Ma di certo non finisce oggi. E crediamo nemmeno domani. Fino a che ce ne sarà. Fino a che ce ne avremo e fino a che voi tutti starete con noi. Noi resistiamo se voi spingete, se voi spingete, noi resistiamo".

 

LEGGI ANCHE 

Gkn, assemblea pubblica al Puccini. I lavoratori: 'Gkn appartiene al territorio che la difende'
 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.