Strage di piazza Dalmazia, in ricordo di Samb Modou e Diop Mor

In piazza Dalmazia commemorazione e presidio per non dimenticare il 13 dicembre 2011

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 13 dicembre 2020 15:06

Sono passati 9 anni da quel 13 dicembre 2011, quando Samb Modou e Diop Mor, furono uccisi a Firenze, in piazza Dalmazia, dal neofascista Gianluca Casseri. Questa mattina nella piazza di Rifredi si è svolta la commemorazione istituzionale in ricordo dei due cittadini senegalesi.

 

Oltre alla vicesindaca di Firenze Alessia Bettini e l’assessore alla Cultura della Memoria Alessandro Martini, il presidente del Consiglio comunale Luca Milani, il presidente del quartiere 5 Cristiano Balli e il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, presenti, tra gli altri, il presidente della comunità senegalese Mamadou Sall, l'Imam di Firenze Izzeddin Elzir, il console onorario del Senegal Eraldo Stefani.

 

“Come ogni anno Firenze ricorda i suoi concittadini Samb e Diop uccisi brutalmente per mano razzista. – ha detto la vicesindaca Bettini - Un episodio che rappresenta una ferita profonda e mai rimarginata per la storia di Firenze. La nostra città ha nel suo Dna i valori della tolleranza, della solidarietà e del rispetto ma sappiamo bene quanto debbano essere coltivati giorno dopo giorno perché non appassiscano. Per questo è sempre necessario fare memoria di quanto accaduto, anche quest’anno seppure in forma ridotta nel rispetto delle disposizioni anti-Covid. C’è bisogno di ricordare e di lavorare sempre, come istituzioni, perché atti di violenza ingiustificabile come questo non si verifichino più”.

 

Ieri mattina invece si è svolto il presidio "Noi non dimentichiamo, noi non perdoniamo"organizzato da Firenze Antifascista e altre realtà.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.