Nuovo Dpcm Covid, stretta alla Movida in mano ai sindaci. Nardella: 'Il Governo corra ai ripari subito e cambi questa regola'

Le parole del sindaco di Firenze Dario Nardella

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

lunedì 19 ottobre 2020 10:21

Una conferenza stampa attesa quella del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che intorno alle 21.30 di ieri - 29 ottobre, è intervenuto per illustrare il nuovo Dpcm con misure più restrittive per contrastare il contagio da Covid19.

 

Tra le varie misure anche una nuova stretta alla movida che lascia ai Sindaci la decisione di "disporre la chiusura al pubblico dopo le 21 di via e piazze dove si creano assembramenti, consentendo l'accesso solo a abitazioni e attività commerciali".

 

Questa mattina il Sindaco di Firenze Dario Nardella si è esposto a riguardo di tale decisione del Governo. Ecco le sue parole rilasciate su Twitter.

 

"So che la situazione è difficile ma lasciare sulle spalle di noi sindaci la scelta delle zone dove imporre e controllare il coprifuoco è impossibile. Il Governo corra ai ripari subito e cambi questa regola".

 

Ma non sono le uniche dichiarazioni lasciate da Dario Nardella. Nel corso della conferenza stampa sulla Zcs il sindaco ha fatto altre dichiarazioni riguardo al nuovo Dpcm.

 

"È questione di efficacia, la norma che ieri sera attribuiva ai sindaci la possibilità che si possano chiudere strade e piazze ha bisogno di chiarezza. Se il governo vuole un coprifuoco lo deve dire e affidare il compito allo stato, se invece si vogliono prendere misure specifiche, c'è da ricordare che i sindaci già ora hanno contingentato le piazze e l'hanno fatto con le proprie forze.

 

Se si vuole ampliare questa norma bisogna dire chi stabilisce quali piazze e strade, con quali supporti di informazioni sanitarie, con quale metodo, non basta la polizia locale ma ci vuole corresponsabilità dello stato con le forze dell'ordine. Noi abbiamo chiuso piazza Santo Spirito con successo, ma ci vogliono 50 persone tra polizia municipale carabinieri polizia e steward, immaginate cosa potrebbe essere chiudere altre piazze, con quali strumenti? Ho concordato col prefetto di tenere un Cosp metropolitano domani, con i sindaci metropolitani, che sono preoccupati. Noi sindaci siamo sempre stati presenti e vicini ai cittadini, abbiamo fatto tutto quello che ci è stato chiesto, ora se ci viene chiesto di fare il coprifuoco, ci vengano date regole strumenti e supporto, delle forze dell'ordine e di altre forze. I sindaci non sono il padreterno".

 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.