Firenze celebra Pellegrino Artusi, una cerimonia davanti alla casa che lo ospitò

Cerimonia in piazza Massimo d’Azeglio per il padre della cucina italiana

Galleria immagini

660 Visualizzazioni

lunedì 03 agosto 2020 10:27

Firenze celebra l'Artusi. Il 4 agosto 1820 nasceva a Forlimpopoli Pellegrino Artusi. Sono passati duecento anni e Firenze celebra l’anniversario della nascita del padre della cucina italiana con evento speciale: una cerimonia in piazza Massimo d’Azeglio 35. Il luogo scelto è quello davanti alla casa che ospitò per molti anni lo scrittore, gastronomo e critico letterario italiano, autore del celebre libro sulla cucina che è diventato un vero e proprio modello. “La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene” fu pubblicato nel 1891 ed ha avuto 111 edizioni, con oltre un milione di copie vendute.


Saranno presenti la vicesindaca Cristina Giachi, l'assessore alla cultura del Comune di Forlimpopoli Paolo Rambelli e Luisanna Messeri, promotrice dell'iniziativa e cuoca pop della tv, 'Marietta' ad honorem (il massimo riconoscimento che viene dato a chi promuove nome e figura dell’Artusi nel mondo) e autrice del libro “Le stories di #Artusi” (edito da Giunti) in cui ricostruisce tappa per tappa l'esistenza di Pellegrino sottolineandone il ruolo attivo nella vita culturale di Firenze capitale. 


Interverranno lo storico Zeffiro Ciuffoletti, Fabio Picchi e Luciano Artusi. Sono stati coinvolti nell'iniziativa, e saranno presenti con una delegazione, l'Unione regionale cuochi toscani (presidente Roberto Lodovichi), l'Associazione cuochi fiorentini (presidente Massimiliano Catizzone), l'Associazione ristoratori Firenze - Confcommercio (presidente Marco Stabile), la Venerabile Confraternita de’ Quochi e una rappresentanza degli istituti alberghieri toscani.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.