Coronavirus, le misure adottate da Ataf per la sicurezza di passeggeri e dipendenti

Intensificati e potenziati gli interventi di sanificazione

Galleria immagini

6731 Visualizzazioni

mercoledì 26 febbraio 2020 10:56

Ataf Gestioni, in relazione alla problematica del Covid 19 informa che, in aggiunta al periodico sistema di pulizia radicale dei bus, ha messo in atto ulteriori e straordinarie misure a tutela della sicurezza di passeggeri e personale aziendale.

 

L’Azienda, come precisato in una nota, ha previsto, in accordo con la società specializzata in pulizie e bonifiche, di intensificare e potenziare gli interventi di sanificazione, mediante disinfettanti di “presidio medico sanitario”, e disinfezione di tutte le superfici esposte (volante, cabina di guida, mancorrenti, validatori, etc) e di tutti i locali aziendali (biglietterie, locali adibiti alla sosta del personale viaggiante, sale di controllo, etc).

 

Tutti gli autobus, i locali e le biglietterie aziendali sono inoltre dotati di un kit aggiuntivo di pronto soccorso, integrato con prodotti aggiuntivi specifici, utilizzabile in caso di necessità.

 

L’Azienda ha inoltre intrapreso un’attività di sensibilizzazione sia per il personale viaggiante e di front office, che per tutti i dipendenti e darà tempestiva e continua informazione -attraverso i consueti canali di comunicazione aziendali- delle eventuali prescrizioni che dovessero essere emesse dal Ministero della Salute, dagli enti locali competenti nonché dalla Direzione aziendale.

 

È stato infine divulgato, per i passeggeri sul sito internet e per il personale attraverso le bacheche aziendali e la posta elettronica, il documento che invita al rispetto delle norme igienico-sanitarie contenute nel decalogo diffuso dall’Istituto Superiore di Sanità.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.