Scandicci, torna Auroradisera: cinque spettacoli, dal mago Silvan a Emilio Solfrizzi

Cinque spettacoli

Galleria immagini

847 Visualizzazioni

sabato 07 dicembre 2019 19:57

Cinque spettacoli da venerdì 24 gennaio a venerdì 27 marzo 2020, con Stefano Massini (24.1), Silvan (1.2), Emilio Solfrizzi (27.2), Francesca Reggiani e Massimo Olcese (10.3) e Mario Pirovano (27.3). Torna Auroradisera 2020, la rassegna teatrale al Teatro Aurora di Scandicci (via San Bartolo in Tuto, 1) ideata e organizzata dalla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e dal Comune di Scandicci.

“Un programma colto e popolare, con spettacoli che parlano del presente con tono leggero e profondo, secondo un ossimoro che da sempre ne contraddistingue il carattere” spiegano gli organizzatori.

 

Si parte venerdì 24 gennaio, con Stefano Massini che racconta "Magari ci fosse una parola per dirlo". "Un vortice di personaggi, storie, racconti. E parole inesistenti", la descrizione dello spettacolo. Musiche originali eseguite dal vivo da Stefano Corsi - illustrazioni Martina Vianovi. "Le storie servono a vivere meglio. Sono come piccoli manuali di sopravvivenza, di cui abbiamo necessità per affrontare la giungla di tutti i giorni. Parte da qui un viaggio fra personaggi lontani nel tempo, epopee, incontri, esperienze umane, emozioni e – perché no? – risate. Tutto all'insegna di un'officina strana, bizzarra. Quella in cui si creano parole nuove, finora inesistenti... Eccolo qui, il senso di questa serata, affidata all'estro narrativo di Stefano Massini, così amato in tv su La7, a Piazzapulita, e sulle colonne de La Repubblica", continuano gli organizzatori.
 

Sabato 1 febbraio spazio al mago Silvan, con "A tu per tu", con Sveva Mattarino e Stefano Savoldello, regia Stefano Savoldello, produzione Skyline. "A tu per tu è uno spettacolo magico con uno dei più grandi illusionisti del mondo, accompagnato, sulla scena, da Sveva Mattarino e Stefano Savoldello, anche regista. Lo show, che rappresenta l'essenza della vera magia, è scevro di ingombranti armadi, casse e macchine voluminose. È una serata magica "a tu per tu" con gli spettatori, affascinante e straordinaria, colma di meraviglia e stupore".
 

Giovedì 27 febbraio in programma Emilio Solfrizzi con "Roger", scritto e diretto da Umberto Marino, produzione Argot Produzioni. "Scritto e diretto da Umberto Marino, lo spettacolo nasce dal suo omonimo romanzo sul celebre tennista svizzero Roger Federer. A raccontare l'evento è uno straripante Emilio Solfrizzi, pronto a discendere dalla postazione del cronista per volare più veloce della pallina da una parte all'altra del campo: campione e sfidante insieme, risponderà ai suoi stessi fulminanti lungolinea con divine volé di rovescio. In scena, quindi, un'immaginaria e tragicomica partita tra un generico numero due e l'inarrivabile numero uno del tennis di tutti i tempi, un fuoriclasse di nome Roger".


Martedì 10 marzo in scena Francesca Reggiani, Massimo Olcese e Francesco Leineri con "Souvenir". La fantasiosa vita di Florence Foster Jenkins. Commedia in musica per due attori e un pianista di Stephen Temperley, regia Roberto Tarasco, produzione Infinito Srl - Pierfrancesco Pisani. "Ispirata alla vera Florence Foster Jenkins, la commedia racconta della ricca signora dell'alta società newyorkese, anima di un circolo di amanti di bel canto, che nel 1944 si esibisce alla Carnegie Hall, la più importante sala da concerto classica di New York. Un evento così atteso che è subito sold out. Florence era famosa per la completa mancanza di doti canore. Il 25 ottobre 1944 il suo "talento" diventa di dominio pubblico: cosa accadrà?".


Venerdì 27 marzo sul palco Mario Pirovano con "Mistero buffo 50", di Dario Fo e Franca Rame, produzione Compagnia Teatrale Fo Rame. "Uno spettacolo che dal 1969 è andato in scena in oltre cinquemila allestimenti in Italia e all'estero. Arricchito di volta in volta da nuove e diverse invenzioni, è uno straordinario impasto comico-drammatico, che affonda le sue radici nel teatro popolare, nel mondo dei giullari e della commedia dell'arte e nelle sacre rappresentazioni medievali, chiamate appunto "misteri". Un monologo che sollecita l'immaginazione e la partecipazione degli spettatori, interpretato da un allievo di Dario Fo: Mario Pirovano".

 

Da mercoledì 11 a venerdì 13 dicembre rinnovo abbonamenti 2019, mentre lunedì 16 e martedì 17 cambio posto per abbonati 2019. Costo abbonamenti € 60 intero, € 55 ridotto (under 30 "biglietto futuro", over 65, soci Coop, soci Arci), € 50 ridotto abbonati rassegna 2019. Biglietti a 16 euro, 13 euro ridotto (under 30 "biglietto futuro", possessori Carta dello Spettatore FTS, over 65, soci Coop, soci Arci), 8 euro possessori carta Studente della Toscana.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.