Firenze, cadono calcinacci da un immobile in Borgo Santi Apostoli: strada chiusa

Viabilità alternativa

Galleria immagini

1205 Visualizzazioni

martedì 05 novembre 2019 18:21

Nel comune di Firenze, in Borgo Santi Apostoli, sono intervenuti i vigili del fuoco per la verifica di un intonaco pericolante, a seguito della caduta di calcinacci da un immobile vincolato. 


Al termine del sopralluogo, effettuato con l'utilizzo dell'autoscala, si è reso necessario delimitare l'area sottostante con il posizionamento di transenne in attesa del ripristino delle normali condizioni di sicurezza.


La strada è chiusa. Anche alla luce della contemporanea chiusura di lungarno Acciaiuoli per i lavori di riqualificazione di sottoservizi, carreggiata e marciapiedi, è stata disposta dal comune di Firenze una modifica della viabilità sulle due sponte dell’Arno.

 

Per consentire una via di uscita ai veicoli provenienti da Por Santa Maria, è stato invertito il senso di marcia di lungarno Archibusieri (da Ponte Vecchio verso piazza dei Giudici) e di lungarno Diaz. In questo modo i veicoli diretti in Oltrarno autorizzati al settore A della ztl possono utilizzare Ponte alle Grazie e la direttrice lungarno Torrigiani-via dei Bardi (con accesso alle porte telematiche del lungarno e di via dei Bardi)-Borgo San Jacopo-piazza Frescobaldi e rientro in lungarno Guicciardini.

 

Prevista anche l’inversione del senso di marcia in via dei Saponai da piazza Mentana a piazza dei Giudici per l’accesso al parcheggio degli scooter su lungarno Diaz. I veicoli autorizzati al settore O e gli scooter possono transitare dalla porta telematica di piazza Pitti per raggiungere San Niccolò sull’itinerario via Guicciardini-via dei Bardi-lungarno Torrigiani. 

 

Sul posto è intervenuta anche la Polizia Municipale.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.