Vis Art

Restituita ai Frati Cappuccini di Firenze una preziosa cinquecentina scomparsa da anni

Un volume del 1570 contenente l'Opera Omnia di San Tommaso d’Aquino

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 12 maggio 2023 20:00

I Carabinieri del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale di Udine hanno restituito nei giorni scorsi una preziosa cinquecentina alla Provincia Toscana dei Frati Cappuccini di Firenze intitolata “Pietro da Bergamo – Tabula Aurea” che contiene la famosa “Opera Omnia di San Tommaso d’Aquino”, edita a Roma nel 1570.

 

Si tratta di un volume che, dalle indagini condotte tra il 2020 e il 2022, è risultato essere scomparso dalla biblioteca dei frati francescani di Siena in circostanze legate a lavori di ristrutturazione del convento, con successivo trasferimento di molti di quei libri antichi presso la sede di Firenze del citato ordine religioso. Infatti, grazie alla richiesta fatta dai militari del TPC, l’Ente religioso ha potuto accorgersi che l’opera era mancante già da tempo, dopo che il libro era confluito da Siena a Firenze circa 20 anni or sono. Il bibliotecario di allora si accorse che la cinquecentina, assieme ad altri libri, aveva subito un’invasione di tarli e si rese necessario isolarla dagli altri. Questi volumi, per essere “curati”, furono inseriti in appositi sacchi sottovuoto e collocati in magazzino da dentro il quale, è verosimile, ignoti hanno potuto sottrarli, passandoli di mano, fino a giungere al venditore sul quale si sono concentrate le investigazioni.

 

I Carabinieri, nel consueto monitoraggio delle vendite sul mercato telematico, hanno individuato che un account attestato in Italia aveva posto in vendita all’asta il volume in questione per la somma di mille euro. Con le ricerche svolte e con la collaborazione del sito di vendita on-line, è stato possibile risalire a un 60enne della provincia di Milano che, tuttavia, aveva già realizzato la vendita.

 

L’attenzione investigativa si è concentrata, oltre che sulla preziosità del volume che, come altri di questo tipo, solitamente fanno parte di corpi librari presenti dentro biblioteche ecclesiastiche o pubbliche, sul fatto che la foto del frontespizio recava in evidenza il timbro a inchiostro che identifica la biblioteca di appartenenza. Il corpo librario della Provincia Toscana dei Frati Cappuccini di Firenze, infatti, comprende volumi fatti confluire anche da altre strutture, come, in questo caso, dal convento di Siena. La richiesta che i Carabinieri dell’Arte hanno rivolto ai frati è stata la paternità del timbro presente sul frontespizio dell’Opera Omnia. I religiosi, oltre ad aver riconosciuto la proprietà sul bene, ne hanno anche rivendicato il ritorno in possesso.

 

Grazie ai riscontri investigativi, i Carabinieri Tpc hanno richiesto alla Procura della Repubblica di Firenze un decreto di perquisizione e sequestro presso l’abitazione del milanese scoprendo, tuttavia, che l’opera di San Tommaso D’Aquino era già stata venduta a un acquirente residente nelle Marche ed è stato lì, che anche grazie alla collaborazione dei militari del Nucleo Tpc di Ancona, si è potuto eseguire un nuovo decreto di sequestro sul prezioso volume.

 

Al termine dell’attività, considerando che è verosimile ipotizzare una dispersione accidentale di alcuni di quei testi a causa del loro immagazzinamento dovuto a lavori di ristrutturazione, non sono state individuate responsabilità penali in carico a terze persone ed è stato, quindi, possibile restituire il libro all’Ente religioso.

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.