Vis Art

Stop a feste all'aperto, chiuse le discoteche, Green Pass a 6 mesi: le nuove misure anti-Covid

Le novità: mascherine obbligatorie all'aperto, ffp2 per eventi al chiuso

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 23 dicembre 2021 20:31

Nuove misure anti-Covid decretate dal Consiglio dei Ministri di questa sera, giovedì 23 dicembre 2021.

 

A darne notiza è il ministro della Salute Roberto Speranza, in una conferenza stampa: "Il primo punto prevede una riduzione del tempo di vigenza del Green Pass: sarà ridotto da 9 a 6 mesi. Le autorità sanitarie sono al lavoro per ridurre anche il tempo previsto tra il completamento del ciclo primario di vaccinazione e la dose booster, da 5 a 4 mesi. Dal 1° febbraio il Green Pass viene ridotto a sei mesi, mentre verrà indicata dal generale Figliuolo anche a seguito di un confronto con le Regioni la data di 'start' del periodo del booster da 5 a 4 mesi. E' importante che i comportamenti individuali siano adeguati a questa situazione così complessa che stiamo affrontando, anche nei giorni di festa, tra Natale e Capodanno".

 

E ancora: "Altre misure particolari puntano ad un rafforzamento significativo dell'uso delle mascherine. Diversi studi scientifici certificano l'importanza delle mascherine, ancor più con una variante che ha fatto riscontrare una significativa capacità di aumentare il contagio. Le mascherine saranno obbligatorie anche all'aperto, con obbligo di mascherina ffp2 per alcuni ambiti: trasporto a lunga percorrenza, trasporto pubblico locale, cinema, teatri, musei, eventi sportivi al chiuso e gli stadi. In questi luoghi è previsto, nel caso si sia al chiuso, il divieto di cibi e bevande, penso soprattutto al cinema".

 

È inoltre previsto l'ampliamento del Super Green Pass (ottenibile da chi ha completato il ciclo vaccinale o da chi è guarito dal Covid), che viene "applicato a musei, mostre, parchi tematici e di divertimenti, ai centri ricreativi e centri sociali, sale gioco, scommesse e bingo, alla ristorazione al chiuso anche al banco (prima era solo al chiuso con consumazione al tavolo)". Per quanto riguarda il Green Pass 'classico' (quello ottenibile anche con il tampone rapido) c'è "l'estensione per i corsi privati in presenza".

 

Novità per le Rsa: "Ci sono state perdite dolorissime, l'accesso sarà consentito a persone che avranno completato il ciclo vaccinale compreso il richiamo, altrimenti sarà indispensabile oltre alla doppia dose anche un tampone che certifichi la negatività".

 

Infine nuovi divieti e chiusure per alcune attività economiche: "Divieto di festa e di eventi in piazza fino al 31 gennaio, con l'obiettivo di evitare assembramenti che specie durante le festività possono essere pericolosi". E' stato poi deciso di "sospendere fino al 31 gennaio le attività di discoteche, sale ballo o attività assimilabili, anche qui per ridurre le possibilità di contagio".

 

E' previsto anche un "aumento di controlli nelle aree di frontiere e negli aeroporti, oltre ad un investimento per rafforzare lo screening delle scuole. La posizione del governo è chiara: crediamo che le scuole vadano tutelate, un rafforzamento dello screening sarà indispensabile per creare condizioni di maggiore sicurezza. In una fase complicata per tutti i Paesi europei, mettiamo in campo misure per tutelare i nostri concittadini e la situazione degli ospedali", conclude Speranza.

 

In conferenza interviene anche il prof. Brusaferro: "Ad oggi abbiamo una percentuale del 28% della variante Omicron nei casi positivi di Coronavirus in Italia, diventerà a breve quella dominante". Mentre il prof. Locatelli, coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico, afferma: "La variante Omicron ha una contagiosità molto superiore alla Delta, secondo alcuni studi anche 5 volte superiore. Allora dobbiamo proteggerci, sia con i vaccini, sia con le evidenze che indicano che i vaccini proteggono dal rischio di sviluppare una malattia grave. Lo scorso anno il 23 dicembre c'era un terzo dei contagi rispetto ad oggi, ma il numero di decessi era oltre 3 volte superiore. Se riusciamo a contenere il numero dei decessi e dei ricoveri nelle terapie intensive (oggi siamo a 2 volte e mezzo in meno rispetto ad un anno fa), è grazie ai vaccini".

 

Questo il comunicato emesso dal sito del Governo per il dettaglio delle nuove disposizioni:

Green Pass: Dal 1° febbraio 2022 la durata del green pass vaccinale è ridotta da 9 a 6 mesi.  Inoltre, con ordinanza del Ministro della salute, il periodo minimo per la somministrazione della terza dose sarà ridotto da 5 a 4 mesi dal completamento del ciclo vaccinale primario.

 

Mascherine:

  • obbligo di indossare le mascherine anche all’aperto e anche in zona bianca;
  • obbligo di indossare le mascherine di tipo FFP2 in occasione di spettacoli aperti al pubblico che si svolgono all’aperto e al chiuso in teatri, sale da concerto, cinema, locali di intrattenimento e musica dal vivo (e altri locali assimilati) e per gli eventi e le competizioni sportivi che si svolgono al chiuso o all’aperto. In tutti questi casi è vietato il consumo di cibi e bevande al chiuso;
  • obbligo di indossare le mascherine di tipo FFP2 sui tutti i mezzi di trasporto.

 

Ristoranti e locali al chiuso: Fino alla cessazione dello stato di emergenza, si prevede l’estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato alla ristorazione per il consumo anche al banco.  

 

Eventi, feste, discoteche: Inoltre, è stato stabilito che fino al 31 gennaio 2022

  • sono vietati gli eventi, le feste e i concerti, comunque denominati, che implichino assembramenti in spazi all’aperto;
  • saranno chiuse le sale da ballo, discoteche e locali assimilati.

 

Ingressi di visitatori in strutture socio-sanitarie e Rsa: È possibile entrare per far visita alle strutture residenziali, socio-assistenziali, socio-sanitarie e hospice solo ai soggetti muniti di Green Pass rafforzato e tampone negativo oppure vaccinazione con terza dose.

 

Estensione del Green Pass: Estensione dell’obbligo di Green Pass ai corsi di formazione privati svolti in presenza.

 

Estensione del Green Pass rafforzato: Estensione dell’obbligo di Green Pass rafforzato a:

  • al chiuso per piscine, palestre e sport di squadra;
  • musei e mostre;
  • al chiuso per i centri benessere;
  • centri termali (salvo che per livelli essenziali di assistenza e attività riabilitative o terapeutiche);
  • parchi tematici e di divertimento;
  • al chiuso per centri culturali, centri sociali e ricreativi (esclusi i centri educativi per l’infanzia);
  • sale gioco, sale scommesse, sale bingo e casinò.

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.