Firenze, trasporto di rifiuti senza autorizzazioni: due denunce, mezzi sequestrati

Doppio intervento tra Forestale e Municipale

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 05 agosto 2021 09:33

I Carabinieri forestali di Firenze, unitamente ai Carabinieri di Firenze Peretola, impegnati in un posto di controllo su strada in Via Curzio Malaparte a Firenze, mirante alla prevenzione e repressione di illeciti connessi alla gestione di rifiuti, hanno fermato e controllato un autocarro in transito, condotto da una persona straniera.

 

L'uomo, alla richiesta della dovuta Iscrizione all’Albo Nazionale Gestori Ambientali e del formulario identificazione rifiuti (FIR) o altra documentazione relativa al trasporto dei rifiuti contenuti nel vano carico, nonché a richiesta di notizie sull’origine di tali rifiuti, dichiarava di aver ritirato i rifiuti da un privato e di non essere in possesso di alcuna autorizzazione e documentazione.

Il furgone risultava intestato alla figlia, titolare di una regolare ditta di raccolta e trasporto di rifiuti speciali non pericolosi, ma con un altro mezzo autorizzato al trasporto di rifiuti.

 

Alla richiesta dei militari di visionare il materiale trasportato, appuravano che il carico consisteva in rifiuti speciali non pericolosi, in prevalenza metallici, per un peso approssimativo di più di trenta chilogrammi. Si trattava, tra gli altri, di split di condizionatori smontati, una piastra elettrica per cucinare, bobine di rame, un motore a iniezione, una pompa idraulica, una bilancia professionale completa di pedana. Così riporta una nota della Forestale.

 

Dall’accertamento dei rifiuti, i militari deducevano che, oltre alla raccolta e trasporto, l'uomo fosse dedito anche ad una attività grossolana di cernita e trattamento di rifiuti, configurando nei suoi confronti il reato di gestione illecita di rifiuti, prodotti da terzi, in assenza della necessaria iscrizione all’Albo nazionale gestori ambientali.

 

I Carabinieri forestali procedevano dunque al sequestro dell’automezzo e dei rifiuti trasportati.

Hanno anche disposto, in base alle previsioni del Testo Unico Ambientale, l’ammissione al pagamento, in sede amministrativa, della somma pari a € 6.500,00 che consente l’estinzione del reato contravvenzionale in quanto la condotta non ha portato a modifiche permanenti alle matrici ambientali.

 

 

Un altro episodio simile è avvenuto nella zona di via Pratese, a Firenze, ieri nel tardo pomeriggio. Le pattuglie del Reparto Ambientale della Municipale hanno fermato un furgone per controlli e hanno scoperto non solo che trasportava rifiuti senza autorizzazione ma anche che il conducente stava guidando con la patente revocata da cinque anni.

 

Gli agenti sono stati insospettiti da un furgone con a bordo tre persone. Un sospetto risultato fondato. Il mezzo è risultato pieno di rifiuti di varia natura, che sembrano riconducibili all'attività di "svuota cantine" svolta in modo abusivo. Il conducente infatti non era iscritto all'albo dei Gestori Ambientali e privo di formulario, scrive in una nota il Comune di Firenze.

 

Da ulteriori accertamenti  il veicolo è risultato non in regola con l'assicurazione e il suo conducente senza patente perché revocata nel 2016. Il furgone è stato sequestrato e portato in depositaria. Per l'uomo sono scattate la denuncia per il trasporto abusivo di rifiuti e le sanzioni per le violazioni in materia di assicurazione (869 euro) e patente (5.100 euro).

 

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.