Meyer, al via le cure a domicilio per i bambini oncologici con 'Il Meyer a Casa tua'

Il servizio è attivo da ieri mattina, 28 settembre

Galleria immagini

618 Visualizzazioni

martedì 29 settembre 2020 11:25

L’Oncoematologia del Meyer si mette in viaggio per portare cure e assistenza nelle abitazioni dei piccoli pazienti che ne hanno bisogno.

 

Il servizio Il Meyer a casa tua è attivo da ieri mattina, 28 settembre, grazie alla collaborazione con i servizi sanitari del territorio.

 

Il progetto, riferisce il Meyer, rientra nelle misure messe in atto dall’Ospedale pediatrico fiorentino per affrontare l’emergenza epidemiologica da Coronavirus. Il vantaggio sarà duplice: da una parte gli ambulatori destinati ai trattamenti giornalieri dei pazienti saranno meno affollati e sarà quindi più semplice rispettare al loro interno le norme del distanziamento fisico, dall’altra la possibilità di essere curati nella propria abitazione rappresenterà una tutela per la salute di tutti quei bambini più delicati che, in caso di contagio, rischiano di contrarre una infezione più grave e prolungata.

 

Il progetto, almeno nella fase iniziale, prevede che il raggio di azione di questa squadra speciale sia concentrato esclusivamente sul territorio di Firenze e provincia. Il servizio sarà destinato ai bambini e agli adolescenti che necessitano di un monitoraggio clinico, ai pazienti usciti dalla fase più severa di malattia ed entrati nel cosiddetto periodo di mantenimento, caratterizzato dall’assunzione di farmaci chemioterapici per via orale e dalla graduale ripresa delle attività quotidiane. Il servizio sarà rivolto anche a quei pazienti oncologici che si trovano ad affrontare una patologia infettiva in corso, in buone condizioni cliniche.

 

Foto dal comunicato stampa del Meyer

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.