Vendita di oggetti inneggianti al fascismo, multe più salate a Firenze

'Hanno attaccato il murale dedicato al partigiano Sarti, noi rispondiamo alzando le sanzioni'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 22 luglio 2020 12:57

Multe più salate per la vendita di oggetti inneggianti al fascismo a Firenze.

 

Sono state innalzate da 25 a 400 euro le sanzioni per chi fa esposizione o vendita di gadget, souvenir abbigliamento o simili che inneggino o richiamino all’ideologia fascista o nazista, fa sapere Palazzo Vecchio. A stabilirlo è la delibera di giunta dell’assessore al commercio e alle attività produttive Federico Gianassi, contenente le modifiche alla sanzioni per chi non rispetta il Regolamento “Misure per la tutela e il decoro del patrimonio culturale del centro storico” dell’area Unesco. 

 

“Non bisogna abbassare la guardia contro l’apologia del fascismo – ha detto l’assessore Gianassi hanno attaccato il murale dedicato al partigiano Silvano Sarti, noi rispondiamo intanto alzando le sanzioni per chi vende prodotti che richiamano a fascismo e nazismo. Nessuno spazio all’intolleranza per rispetto di Firenze, della Toscana e per la nostra storia di bellezza e libertà”. 

 

In foto lo sfregio al murale dedicato a Silvano Sarti

 

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.