Prato, giovane deteneva in casa una bici da 3 mila euro rubata: denunciato

Ritrovata dopo una perquisizione

Galleria immagini

1538 Visualizzazioni

venerdì 15 maggio 2020 13:55

Nel pomeriggio di mercoledì 13 maggio 2020 la polizia di Prato ha effettuato una perquisizione domiciliare in un'abitazione di zona San Paolo, a Prato, dove risiedevano due persone di origine nordafricana annoveranti precedenti di polizia per reati contro il patrimonio ed in materia di stupefacenti.

 

Nel corso dell’attività di polizia giudiziaria uno di loro, un ventiduenne marocchino regolarmente soggiornante, è stato trovato nella materiale disponibilità di una bicicletta MTB di  valore pari a circa 3.000 euro, riposta nel terrazzino della casa, la quale, in base ad accertamenti effettuati dagli operatori, risultava essere stata rubata il 18 marzo scorso dal garage di un cinquantacinquenne italiano residente a Montemurlo, che aveva sporto formale denuncia del furto.

 

La prosecuzione della perquisizione degli operatori della Squadra Mobile – Sez. IV “Antidroga e contrasto criminalità diffusa” e della Squadra di Polizia Amministrativa della Divisione PASI, ha consentito di rinvenire e sequestrare anche una piccola quantità di hashish, pari a 0,38 grammi, e marijuana per 0,41 grammi, in merito alla quale l’altro nordafricano dimorante nella casa, anche lui un ventiduenne marocchino, irregolare e sottoposto all’obbligo di firma presso la polizia giudiziaria, ha dichiarato di farne uso abituale. Lo stesso è stato pertanto segnalato amministrativamente alla locale Prefettura quale assuntore di droghe, mentre il primo marocchino veniva denunciato in stato di libertà per il reato di ricettazione della bicicletta, poi restituita al proprietario, fatto giungere all’uopo negli uffici di polizia.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.