Firenze, torna Libernauta: concorso fra banchi e scaffali per scoprire il piacere della lettura

XX edizione del concorso

Galleria immagini

456 Visualizzazioni

martedì 17 dicembre 2019 09:45

Porre i giovani adulti a confronto con i linguaggi e le problematiche del tempo, stimolandoli a leggere, scrivere, discutere di opere che non trovano spazio nella programmazione curricolare.

 

Ponendosi questo primario obiettivo 20 anni fa nasceva Libernauta, riporta un comunicato dedicato, concorso per giovani lettori, la cui XX edizione prende il via venerdì 20 dicembre.

 

Sono 30 le scuole secondarie di secondo grado coinvolte e oltre 40 le biblioteche che partecipano attivamente al progetto.
 

Per partecipare, a partire dal 20 dicembre, è sufficiente collegarsi al sito  www.libernauta.org e, una volta effettuata l'iscrizione al concorso, i ragazzi possono recarsi in una delle biblioteche dell'Area Sdiaf  e scegliere uno dei 15 testi di recente pubblicazione, selezionati da un apposito comitato scientifico. Per essere ammessi al concorso è necessario leggere almeno 3 libri tra quelli proposti e quindi farne una recensione direttamente via web. Gli elaborati scritti dovranno pervenire entro il 20 maggio 2020.
 

I 15 libri di questa edizione sono: “Ragazzi dell’estate” di Cristina Brambilla (Rizzoli),  “Cose più grandi di noi” di Giorgio Scianna (Einaudi),  “Santa Muerte” di Marcus Sedgwick (Pelledoca),  “L’età dei sogni” di Annelise Heurtier (Gallucci),  il Premio Andersen 2019 “A sud dell’Alameda” di Lola Larra e Vicente Reinamontes (Edicola),  “L’ambasciatore delle foreste” di Paolo Ciampi (Arkadia), “Dalla terra alla luna” di Rocco Cantore (Rubbettino),  “Ladies football club” di Stefano Massini (Mondadori), “La principessa sposa” di  William Goldman (Marcos y Marcos),  “storiemigranti” di  Sio, Nicola Bernardi (Feltrinelli),  “Dolci traumi” di Gianmarco Tricarico (Miraggi Edizioni),  “Kentuki” di Samanta Schweblin (Sur),  “L’ultima notte della nostra vita” di Adam Silvera (Hot Spot),  “Il gioco della paura” di Maren Stoffels (Pelledoca),  “Gli squali” di Giacomo Mazzariol (Einaudi).
 

Il concorso mette in palio molti premi come e-readers, buoni-acquisto utilizzabili in librerie, abbonamenti a teatri, biglietti per concerti e spettacoli, abbonamenti per palestre e piscine e saranno destinato agli autori delle recensioni giudicate più autentiche e significative. Ogni partecipante che scrive almeno 3 recensioni riceve un premio e un attestato.


Il comitato scientifico conferma la presenza di Paola Zannoner (fra le ideatrici storiche del progetto e vincitrice del Premio Strega Ragazzi 2018 con il romanzo “L’ultimo faro”) e di Matteo Biagi (insegnante e coordinatore -nonché “inventore”- del blog “Qualcuno con cui correre”). A loro si aggiunge, per questa XX edizione, un altro membro: lo scrittore e giornalista Fabio Geda.
 

In questa nuova edizione ci sarà qualche novità. Come ogni anno Libernauta arriva direttamente sui banchi delle scuole attraverso le animazioni in classe dei 15 libri in concorso, curate dall'Associazione Allibratori: momenti in cui la lettura ad alta voce, l'interazione e la valorizzazione delle dinamiche di gruppo favoriscono il coinvolgimento dei ragazzi. Tra le novità di quest'anno l'avvio di un percorso di formazione rivolto agli insegnanti per proporre queste tecniche di presentazione per incentivare l’avvicinamento dei ragazzi alla lettura.  Il percorso, che prenderà il via nel mese di gennaio 2020, sarà gestito da Andrea Gasparri e Margherita Micali dell’Associazione Allibratori, dal Comitato scientifico e da ospiti speciali che porteranno il loro contributo ad ogni incontro.
 

In occasione del ventennale di Libernauta sono inoltre previsti 3 laboratori rivolti ai ragazzi, che si svolgeranno in 3 biblioteche del circuito fiorentino nel mese di marzo 2020.
A partire da alcuni testi di Libernauta, selezionati dai titoli delle 20 edizioni con un criterio tematico, i partecipanti saranno guidati nell’ideazione di elaborati, da realizzare utilizzando tecniche artistiche e forme espressive diverse. Un laboratorio di scrittura, ideato e gestito dal Porto delle storie (scuola di scrittura itinerante a cura della cooperativa Macramè), coinvolgerà i partecipanti nell’elaborazione di racconti ispirati ai libri scelti; un laboratorio di poesia, gestito dal collettivo Fumofonico, consentirà ai ragazzi di esprimersi utilizzando forme poetiche affini alla loro sensibilità, come il poetry slam. Infine, in un laboratorio d’illustrazione, un esperto della scuderia di Lucca Crea, fornirà ai ragazzi tecniche basilari per raccontare una storia attraverso la realizzazione di una tavola illustrata.



L'iniziativa è promossa dalla Regione Toscana, dai Comuni di Firenze e di Scandicci e dall’Unione dei Comuni del Mugello, attraverso la rete bibliotecaria SDIAF, in collaborazione con SDIMM, con il patrocinio della Città Metropolitana di Firenze, AIB Toscana e Miur. Il progetto, la cui organizzazione e realizzazione è affidata ad Allibratori Aps Onlus, è sostenuto da Lucca Crea, Associazione Wimbledon, Collettivo Fumofonico, Cooperativa Macramè.
 

Foto dall'Ufficio Stampa Libernauta

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.