Tramvia, nuova fase di scavi archeologici. Giorgetti dopo le polemiche: 'Quanto rinvenuto non interferisce nel progetto'

Cronaca
21/08/2019

Scavi, divieti e restringimenti su viale Giovine Italia e piazza della Libertà

Vanno avanti i saggi archeologici per la linea tranviaria 3.2, verso Bagno a Ripoli, indagini preliminari propedeutiche allo sviluppo del progetto. Da stasera, mercoledì 21 agosto, a sabato 24 agosto gli scavi interesseranno viale Giovine Italia e da domani, giovedì 22 agosto, sempre fino al 24 agosto, coinvolgeranno invece la zona di piazza della Libertà.

 

Prossima settimana invece il programma prosegue con altri due saggi, in piazzale Donatello e in viale Gramsci.

 

Ecco i provvedimenti relativi agli interventi di questa settimana.

Dal 21 di stasera 21 agosto alle 24 del 24 agosto, con validità dalle ore 0,00 alle ore 24,00, in viale Giovine Italia, dall’inizio dell’isola spartitraffico, saranno in vigore restringimenti di carreggiata, divieto di sosta con rimozione forzata lungo l’intera sede stradale e limite di velocità a 30 km/h.

Da domani 22 agosto al giorno 24 agosto, con validità dalle ore 0,00 alle ore 24,00, in piazza della Libertà, dall’intersezione tra via Madonna della Tosse e viale Don Minzoni, saranno in vigore restringimenti di carreggiata, divieti di sosta con rimozione forzata nell’intera sede stradale e in piazza Libertà lato Ponte Rosso-viale Don Minzoni, limite massimo di velocità di 30 km/h.

 

Scavi che vanno avanti dopo le polemiche di oggi, per il ritrovamento di una testa delle mura di Arnolfo in viale Matteotti: "L’escavatore, arrivato ad un certo punto, ha trovato un suolo più duro; dai rilievi successivi sembra che siano riaffiorate le vecchie mura. Se ciò fosse confermato si dovrebbe smentire quanto detto ieri, martedì 20 Agosto, dall’assessore Giorgetti: "finora non sono stati rilevati resti di mura né altri particolari siti archeologici". Cosa farà adesso l’amministrazione comunale, appurato che sotto il tracciato esistono le fondamenta murarie?", aveva scritto oggi in una nota il consigliere di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi. "Fratelli d’Italia ribadisce la sua perplessità verso l’intero progetto: far passare la tramvia sui Viali comporterebbe la riduzione da 6 corsie a 4 compromettendo la viabilità e causando la congestione del traffico" conclude Draghi

 

“Al consigliere Draghi consiglierei di stare ai fatti e evitare polemiche infondate e fuorvianti: la testa delle mura rinvenuta stanotte è a 70 centimetri dal piano stradale, una profondità che non va a interferire con la realizzazione della sede tranviaria", la risposta dell'assessore Stefano Giorgetti. "Cosa farà l’amministrazione quindi è presto detto: noi andiamo avanti e realizzeremo la tramvia verso Bagno a Ripoli come previsto nel nostro programma. Aggiungo che ieri pomeriggio, dando notizia del termine della prima fase dei saggi, abbiamo fatto riferimento alle indagini svolte nel tratto intorno a piazza Beccaria, dove appunto fino a quel momento non c’erano stati ritrovamenti: i resti di mura sono stati completamente rinvenuti questa notte e in un altro scavo, all’altezza di via La Marmora”.

 

"Proseguono i saggi archeologici per la tramvia 3.2 verso Bagno a Ripoli nel tratto da viale Matteotti a viale Giovine Italia: gli scavi dureranno due settimane e si svolgono la notte, mentre le ricerche durante il giorno per ridurre al minimo l’impatto sul traffico. Vi ringrazio per la collaborazione e la pazienza, come avrete capito i risultati di questi saggi sono indispensabili per la progettazione definitiva. Per ora non c’è niente che possa interferire con la realizzazione della futura tramvia, nemmeno la testa delle mura di Arnolfo rinvenute in viale Matteotti. Andiamo avanti così, con convinzione, come per tutte le altre linee già fatte", scrive invece il sindaco Dario Nardella.

 

(immagine di Dario Nardella)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.