Vis Art

Firenze, Fdi: 'Nardella spende 97.600 euro di soldi pubblici per 7 video per la fine del mandato'

La replica dell'amministrazione comunale: 'Video dove non compaiono personaggi politici ma vengono illustrate le attività svolte dall'amministrazione'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 29 novembre 2023 20:07

“Il sindaco Nardella ha deciso di finire il suo mandato col botto, no, non di fuochi d’artificio, ma con un botto di soldi pubblici affidati con incarico diretto alla stessa agenzia, la Futurevox srl di Genova, che ha curato la campagna per le primarie della segretaria PD Elly Schlein e vanta collaborazioni con i gruppi PD in Liguria e Toscana. Poco meno di 100.000 euro per la realizzazione di sette video composti con 210 foto, l’utilizzo di un drone e qualche intervista a cittadini. Uno scandalo che è non solo economico ma anche se non soprattutto politico”. E' l'accusa lanciata dal capogruppo di Fratelli d’Italia Alessandro Draghi, accompagnato dalla dirigente del partito Sandra Bianchini.

 

“Non contento di pagare profumatamente un capo ufficio comunicazione in Comune, e di aver già affidato, sempre direttamente, quindi senza gara pubblica, 60.000 euro ad un’altra società esterna, stavolta torinese, Avventura Urbana srl, per attività di comunicazione di metà e anche di fine mandato (!), il nostro sindaco pensa bene di ricorrere a quest’ultima trovata, per far vedere com’è stato bravo in questi 5 anni, coi soldi dei fiorentini – ha aggiunto Draghi – Soldi che potrebbero diventare anche di più, perché l’accordo prevede che in caso di realizzazione di altri materiali oltre quelli previsti ci sia un aumento del 20% sul totale. Lasciamo giudicare ai cittadini se questo sia un comportamento che denota un oculato e attento utilizzo dei soldi pubblici. A noi sembra francamente tutt’altro” hanno concluso Draghi e Bianchini. 

 

La replica di Palazzo Vecchio: "Le amministrazioni pubbliche hanno un dovere di trasparenza e di informazione dei cittadini, stabilito dalla Legge 150/2000, che - nel disciplinare e definire cosa si intende per informazione e comunicazione della Pubblica Amministrazione - individua nei principi della trasparenza e dell’efficacia dell’azione amministrativa gli elementi portanti per valutare il buon andamento della Pubblica Amministrazione di cui all’art.97 della Costituzione. In questo tipo di attività rientrano i progetti di comunicazione che hanno lo scopo di promuovere la conoscenza delle attività svolte dall’amministrazione. Come accade in tutte le pubbliche amministrazioni, l’Ufficio Progetto Comunicazione del Comune di Firenze dispone di risorse economiche per gli incarichi esterni che vengono dati per la realizzazione di prodotti di comunicazione che richiedono specifiche professionalità esterne e per l’acquisto di spazi e strumenti idonei alla diffusione dei contenuti. L’incarico affidato all’agenzia Futurevox srl è un incarico sotto soglia, che quindi consente l’affidamento diretto da parte del dirigente, a seguito di richiesta di preventivo, ai sensi dell’art. 50 comma 1 lettera b) del D. Lgs. 36/2023. Oggetto dell’incarico sono 7 video dove non compaiono personaggi politici ma vengono illustrate le attività svolte dall'amministrazione, come ad esempio per l'ambiente con i nuovi parchi e giardini realizzati, oppure i cambiamenti del sistema di mobilità, la rigenerazione urbana, i servizi per i cittadini. L’agenzia è stata individuata sulla base di criteri di professionalità accertate e non ha avuto incarichi pregressi. Elemento fondamentale e insostituibile del codice degli appalti è il principio di rotazione degli operatori economici, nell’ottica di diversificare i fornitori.. Proprio per questo motivo è stata individuata un’agenzia di Genova che mai aveva collaborato con la nostra amministrazione. Qualsiasi riferimento ad altri precedenti clienti dell'agenzia non ha alcuna rilevanza formale nella scelta. L'incarico precedente alla società Avventura Urbana riguardava altre attività di comunicazione e partecipazione pubblica".

 

Critiche su quanto evidenziato da Fdi arrivano anche da altri gruppi consiliari. Dmitrij Palagi e Antonella Bundu, consiglieri di Sinistra Progetto Comune: “Al Sindaco piace comunicare, ma dopo 9 anni e mezzo non è ancora abbastanza soddisfatto di come ha organizzato la sua comunicazione. A metà novembre infatti è stato ritenuto necessario, per trasparenza si intende, prevedere una spesa di 97.600 euro per "raccontare la città alla città", con una "corretta e aggiornata informazione" su cosa è stato fatto dal 2019 al 2024. Ricordiamo come il progetto comunicazione, che è "in capo" al Sindaco, abbia 14 persone assegnate. Sarà per questo che questa maggioranza è bravissima ad annunciare e poi fare brutte figure, quando gli annunci si risolvono in brutte figure. Accentrare tutto nelle mani dell'esecutivo e spendere così questi soldi non è opportuno. Lo sappiamo, ormai è prassi, per chi governa ed è a fine mandato, usare la posizione di forza uscente per favorire una vittoria elettorale al momento successivo. Ci chiediamo, in questi progetti che saranno realizzati, quanto spazio sarà riservato alle diverse deleghe? Sarebbe curioso che il giudizio fosse particolarmente positivo per chi sceglierà di candidarsi nel 2024".

 

“Ancora una volta il Partito Democratico usa comportamenti poco democratici e molto stile impero. Affidare direttamente senza gara la realizzazione di una serie di video per illustrare i successi di un mandato è già di per sé molto discutibile. Se poi la cifra spesa, tutti soldi dei contribuenti, è di 80mila euro più Iva per sette video, diventa imbarazzante. Crediamo che sia l’ennesima conferma di una bussola che il sindaco Nardella e i suoi più stretti collaboratori e sostenitori in maggioranza hanno perso. Il fatto che l’agenzia di comunicazione scelta sia la stessa utilizzata da Schlein poi, è la ciliegina sulla torta…”, dichiarano la capogruppo di Italia Viva Mimma Dardano e la consigliera Barbara Felleca.

 

"Il giudizio sul fine mandato, quello relativo alla gestione del “potere” di Giunta e Sindaco per l’ultima esperienza (almeno di Nardella) di governo del territorio spetta ai cittadini elettori che non avranno da farsi influenzare da voli di droni o effetti speciali costosissimi per essere convinti di come oggi appare la nostra città. Firenze trasformata radicalmente in una vetrina di plastica invasa da masse di turisti che affollano la mangiatoia del centro storico e non solo; studentati di lusso, lavoratori precari e sottopagati, traffico veicolare impazzito a tutte le ore, opere pubbliche incompiute, insicurezza, violenza, spaccate di vetrine, ecc.. tutto ripreso forse da un drone costato 100.000 euro farà sembrare Firenze una città diversa? Siamo sicuri sia sufficiente sviare l’attenzione degli elettori? Io credo proprio di no", dichiara Roberto De Blasi, capogruppo Movimento 5 Stelle.

 

“Credo che, in una fase storica dove il Primo Cittadino minacciava di spengere le luci dei lampioni per mancanza di fondi, sia inaccettabile apprendere che gli stessi soldi pubblici vengano destinati a campagne di comunicazione sul fine mandato del Sindaco. Trovo che sia grave impegnare in questo modo le risorse dei cittadini, per questo chiediamo a Nardella di riferire in Consiglio Comunale quanto emerso dalla denuncia di Fratelli d’Italia. Non possiamo tollerare l’idea che le risorse pubbliche vengano utilizzate in chiave di campagna elettorale. Qualora Nardella confermasse, crediamo sia opportuno che comunichi pubblicamente che non si candiderà alle elezioni europee, altrimenti sarebbe facile pensar male”, dichiara Federico Bussolin, Capogruppo in Consiglio comunale per la Lega e Segretario Provinciale.

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.