Vis Art

A Prato e nel pratese torna il Festival delle Colline, sei serate fuori dal mainstream

Dal 2 al 24 luglio a Prato e sulle colline Pratesi

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 06 aprile 2023 19:58

Michael McdermottScarlet RiveraDaniel Norgren, Michelle GurevichMeg, Extraliscio, Frida Bollani Magoni, Jacopo Fagioli, la nuova edizione del Sound Bridge Contest. Sono gli artisti di culto e le musiche fuori dal mainstream che propone l'edizione 2023 del Festival delle Colline, la 44esima, che si terrà in luoghi d’arte e scenari naturali di Prato e delle Colline Pratesi, dal 2 al 24 luglio.
 

Proposte d’essai e biglietti convenienti (da 5 a 18 euro), sono nel dna del festival: sei le serate in cartellone, a cominciare dal Sound Bridge Contest, concorso per giovani musicisti, domenica 2 luglio all’Ex Fabrica di Prato. I vincitori del contest avranno come premio un viaggio a Sarajevo, reso possibile grazie all’assessore ai Gemellaggi del Comune di Prato, Gabriele Bosi.
 

Appuntamento doppio mercoledì 5 luglio a Villa Il Cerretino a Poggio a Caiano (Prato): dagli States approdano Michael McDermott, cantautore storyteller di Chicago, vincitore l’anno passato del Premio Tenco Internazionale alla carriera, e Scarlet Rivera, la violinista che folgorò Bob Dylan sulla via di “Desire” e che dal vivo intreccia brani propri, del menestrello di Duluth e di Fabrizio De André.
 

Sabato 8 luglio alla Rocca di Carmignano (Prato), salgono sul palco la crooner canadese Michelle Gurevich, artista debitrice alla terra dei genitori (la Russia), con il suo sound intriso di ballad struggenti e testi fatalisti, e la regina dell’alt-elettronica italiana Meg, con un live particolarissimo che prende le mosse dall’ultimo album “Vesuvia”.
 

Un film che ha incantato pubblico e critica: Daniel Norgren è il compositore e cantautore svedese che ha firmato la colonna sonora de “Le otto montagne”, premio della Giuria a Cannes. Il suo concerto di mercoledì 12 luglio al Chiostro San Domenico di Prato segna anche il debutto del tour italiano.

Mercoledì 19 luglio l’atmosfera del Giardino della Chiesa di Bonistallo (Poggio a Caiano) si accorda con la voce e il pianoforte di Frida Bollani Magoni, 18 anni compiuti da poco e la capacità di impossessarsi delle note, legandovi altre emozioni, e donando loro nuove e inaspettate vite. Dal vivo Frida intreccia brani propri a rivisitazioni di Dalla, Cohen, Battiato.

Lunedì 24 luglio, alla Villa Medicea di Poggio a Caiano, il festival si chiude nel segno degli Extraliscio. Ad aprire la serata è la tromba di Jacopo Fagioli: Musica Jazz lo ha inserito tra i primi tre “Nuovi talenti italiani”, suona al fianco di Francesco Diodati e Francesco Ponticelli, e con Nico Tangherlini ha dato vita al progetto “Bilico”.


“Con un programma all’altezza della sua rilevanza nazionale torna il Festival delle Colline giunto alla 44ma edizione”, afferma l’amministrazione di Poggio a Caiano. “Tanti anni, senza mai perdere la sua missione di essere avamposto pubblico dell’espressione musicale di qualità, popolare anche nei prezzi volutamente contenuti dei biglietti di ingresso. Fa piacere fra gli altri, ospitare al Festival Frida Bollani Magoni che ha suonato al Quirinale davanti al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dopo aver ascoltato negli scorsi anni, sullo stesso palco, le note di Petra e Stefano. Un Festival che dallo scorso anno è altresì punto di riferimento anche per nuovi giovani talenti che con il ‘Sound bridge Contest’ possono farsi conoscere ed i vincitori calcare palchi internazionali unendo i popoli attraverso la forza della musica. Grazie ai Comuni di Prato e Carmignano che continuano anno dopo anno a sostenere questo progetto decennale ed a Gianni Bianchi per l’entusiasmo e l’ottima curatela. La buona musica torna quindi in Villa medicea, a Bonistallo, in Villa il Cerretino ed in altre luoghi di eccezione della Provincia fornendo quindi ulteriori occasioni turistiche”.


“Torna il festival delle Colline, torna la qualità che unisce il territorio della provincia di Prato. E torna anche il contest, la funzione di scouting, indispensabile per dare un'occasione alla musica non ancora conosciuta”, aggiunge l’assessore alla Cultura del Comune di Prato, Simone Mangani.


“Il Festival delle Colline è un appuntamento cui è impossibile rinunciare, perché dare spazio alla musica, forma d’arte contemporanea, significa andare oltre ogni schema nella piena consapevolezza e ricerca della concettualità e della complicità con il pubblico”, conclude l’assessore alla Cultura del Comune di Carmignano, Cristina Monni. “Il Festival rappresenta da sempre un’opportunità di trascorrere una piacevolissima serata, godendo del meraviglioso panorama che La Rocca ci offre, ma è anche un momento per far conoscere il nostro territorio ricco di bellezze naturali ed eccellenze culturali. Grazie come sempre al Comune di Poggio e a tutta l’organizzazione per averci come coinvolto e accolto in questo progetto in cui noi fermamente crediamo”.

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.