Vis Art

Firenze, Nozze d'oro a Palazzo Vecchio: 600 coppie festeggiano nel Salone dei Cinquecento

Tra loro anche 3 coppie che hanno raggiunto il traguardo delle nozze di platino, ovvero 70 anni di unione

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 14 febbraio 2023 13:28

Un San Valentino speciale a Firenze per 600 coppie che festeggiano le nozze d’oro nel 2023. Divisi in tre turni, due durante la mattinata e uno nel pomeriggio, gli sposi fiorentini che sono insieme da 50 anni (tra loro anche 3 coppie che hanno raggiunto il traguardo delle nozze di platino, ovvero 70 anni di unione) festeggiano la festa degli innamorati nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio insieme al sindaco Dario Nardella, che suona per loro il violino. Alla tradizionale cerimonia delle Nozze d’oro a Palazzo Vecchio, interrotta per il Covid, è intervenuta anche l’assessore a Welfare ed Educazione Sara Funaro.

 

“Trascorrerò tutta la giornata con le coppie di sposi che hanno dato tanto alla nostra città e daranno ancora tanto - ha dichiarato Nardella -. Sono per noi una bella dimostrazione del fatto che l’amore può durare se c’è pazienza e desiderio di stare insieme”.

 

A cura di Mus.e, tre attori interpretano i ruoli di Eleonora e Cosimo dei Medici e del Vasari e spiegano brevemente la storia del Salone. Alla fine della cerimonia le coppie si possono fare una foto sulla Tribuna dell’Udienza e possono visitare liberamente il museo che oggi è chiuso al pubblico.

 

Gli sposi ricevono in omaggio una pergamena raffigurante Palazzo Vecchio e doni floreali offerti da Coldiretti Toscana e Affi (Associazione floricoltori e fioristi italiani). Gli accompagnatori possono seguire la cerimonia dalla Sala d’Arme. Le cerimonie che si terranno alle 12 e alle 16 si svolgeranno secondo lo stesso copione.

 

 

 
logo-055 firenze

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.