25 novembre, Firenze in rosso contro la violenza sulle donne

Flash mob di Cgil con i nomi delle vittime di quest'anno

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 25 novembre 2021 16:33

Firenze si tinge di rosso per la Giornata internazionale per l'eliminazione della violenza contro le donne.

 

La Cgil Firenze col suo Coordinamento Donne, il Gomitolo perduto e Nosotras hanno voluto porre l’accento sul preoccupante aumento del fenomeno del femminicidio, invitando ad appendere un drappo rosso alle finestre per ricordare tutte le vittime di femminicidio e quelle che giornalmente subiscono violenza in tutti gli ambienti famigliari e di lavoro.

 

A Firenze, dalle 10 alle 12, si è tenuto un flashmob (dress code total black) in piazza Santissima Annunziata a Firenze, con Cgil, Arci, Anpi, Udu, Nosotras, Libere tutte, Arcigay, con cartelli rossi recanti i nomi delle vittime di quest’anno.

 

Davanti all'ospedale di Santa Maria Nuova, un corteo composto di uomini e donne è uscito dall’ospedale e si è fermato nella piazza per una quindicina di minuti nel più assoluto silenzio. Con il flash mob “Agitiamo il Rosso” gli infermieri dell’ospedale di Santa Maria Nuova, hanno manifestato il proprio dissenso contro ogni abuso sulle donne, nella giornata internazionale contro la violenza di genere.

 

Al termine il gruppo si è spostato nel Chiostro delle Medicherie dove sulla panchina rossa colorata dagli stessi infermieri, sono stati lasciati drappi e palloncini rossi. I partecipanti sono poi tornati alle attività dell’ospedale, senza arrecare alcun intralcio a visitatori o operatori e nel pieno rispetto delle normative antiCovid.

 

Le Porte storiche della città saranno illuminate di rosso questa sera. Molte le panchine rosse inaugurate nei parchi e giardini. Fra le nuove panchine rosse che saranno inaugurate ci sono quella in via Vespucci a Peretola, una all’area Pettini Burresi, una all’Orticoltura e una ai Giardini Bonaparte. Panchina rossa anche in viale Tanini, al parco dell’anconella e all’Rsa il Giglio.

 

Il Museo del Calcio di Coverciano ha ospitato un momento di riflessione e di confronto con istituzioni locali, giornaliste sportive, giornalisti e donne dello sport sull’utilizzo accorto delle parole, in particolare, nel calcio. Presenti, per il Comune di Firenze, le assessore Benedetta Albanese e Sara Funaro e la vice presidente del Consiglio comunale Maria Federica Giuliani. Ad aprire la giornata, l’inaugurazione di una panchina rossa al Museo del Calcio, posizionata nella Corte dei Campioni.


“E’ il nostro messaggio e un segnale tangibile del no ad ogni forma di violenza - ha dichiarato Matteo Marani, presidente della Fondazione del Museo del Calcio - la panchina rossa è proprio all’ingresso del Museo perché sia sempre accesa l’attenzione verso il rispetto. L’iniziativa di oggi è un impegno che prendiamo: quello di costruire momenti di condivisione e di sensibilizzazione sul tema della violenza. Il Museo è un luogo delle famiglie e dei valori”.

 

LEGGI ANCHE

1522, il numero antiviolenza diffuso tramite la ricetta del medico

Violenza di genere: in Toscana 121 femminicidi in 15 anni, 41 i minori orfani

La Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne a Firenze

'Firenze dice no alla violenza sulle donne', tante le iniziative in città
 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.