Incidente mortale a Campi, una donna indagata per omicidio stradale e omissione di soccorso

Il mezzo è stata individuato grazie all’estrapolazione e all'analisi dei filmati di videosorveglianza

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

mercoledì 13 ottobre 2021 17:53

E' stata individuata e interrogata la conducente della vettura coinvolta nell'incidente mortale in cui ha perso la vita un uomo a Campi Bisenzio. Nel corso della mattinata i Carabinieri, a seguito di accertamenti connessi all’omicidio stradale di Benigno Massimiliano, avvenuto in via Chiella a Campi Bisenzio la notte tra domenica 10 e lunedì 11 ottobre, hanno individuato il mezzo coinvolto nel sinistro mortale.

 

Il mezzo, fanno sapere i carabinieri, è stata individuato grazie all’estrapolazione e alla successiva meticolosa analisi dei filmati di videosorveglianza presenti in zona. I riscontri sull’autovettura hanno permesso di stabilire la compatibilità della stessa con i reperti rinvenuti sul luogo del tragico evento.

 

La proprietaria del mezzo, condotta immediatamente davanti al P.M. della Procura della Repubblica di Firenze titolare delle indagini (Sost. Proc. Dott.ssa Beatrice Giunti) per essere interrogata, ha reso ampia confessione sostenendo di non essersi accorta della presenza dell’uomo sulla strada e, dopo l’impatto, in preda al panico è andata via senza avvisare nessuno.

 

La donna risulta indagata a piede libero per omicidio stradale e omissione di soccorso.

 

Fin da subito molti erano stati i messaggi di cordoglio per la morte dell'uomo, conosciuto in città, a cominciare dal sindaco di Campi, Emiliano Fossi: "Benigno era uno dei personaggi di Campi. A noi resta il vuoto dei sorrisi malinconici di Benigno, col suo essere sempre allegro e gentile con tutti. Tutta la nostra comunità si stringe alla sua famiglia".

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.