Firenze, lo 'scoprifuoco': alle 22.01 sit in di protesta in piazza Signoria

La protesta di Tni Italia: 'Chiediamo di essere liberati dal coprifuoco e dalle misure restrittive'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

domenica 25 aprile 2021 10:22

“Le restrizioni previste dal decreto, oltre ad essere ridicole, non sono supportate da alcuna evidenza scientifica. Se si dà la possibilità ai ristoranti di aprire a cena, bisogna mettere in condizione i ristoratori di lavorare, anche all'interno dei locali e senza coprifuoco, nel rispetto delle stesse regole che si rispettano fino alle 22”.

 

Sono le parole di Pasquale Naccari, presidente di Tni Italia, che spiega così i motivi della protesta che si svolgerà domenica sera alle 22.01 in piazza Signoria a Firenze. "Il sit in 'scoprifuoco', coinvolgerà tutte le categorie 'inessenziali' e le loro famiglie, che dicono no al coprifuoco, che avrà un solo effetto: far morire le aziende del mondo della ristorazione e non solo", si legge nella nota diffusa da Tni.

 

“Chiediamo di essere liberati dal coprifuoco e dalle misure restrittive che non portano a convivere con il virus, ma esclusivamente a distruggere quel tessuto economico fatto di piccole e medie aziende, che sono un patrimonio per il nostro Paese e che oggi sono completamente abbandonate a loro stesse. Non vogliamo soccombere a causa del virus, ma, come si dice ormai da mesi, sarebbe necessario imparare a conviverci. Lanciamo una provocazione: visto che chiudere i ristoranti non è servito a nulla, perché il virus ha continuato a correre, chiudiamo tutto, trasporti pubblici compresi, fino alle 18, e apriamo solo i ristoranti la sera”, conclude Naccari.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.