Vaccini Covid, il Codacons contro la Regione Toscana: denuncia e class action risarcitoria

L'associazione: 'Siero a giovani praticanti avvocati mentre gli over 80 aspettano'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

lunedì 29 marzo 2021 13:02

Sulla Regione Toscana si abbatte una denuncia per abuso di atti d’ufficio e una class action risarcitoria. Ad annunciare le due iniziative legali il Codacons, dopo i servizi giornalisti degli ultimi giorni e l’indagine trasmessa ieri dal programma tv “Non è l’Arena” che hanno sollevato gravi anomalie nelle vaccinazioni in regione.

 

“La Regione Toscana ha deciso di privilegiare avvocati e magistrati, che si sono autoproclamati “servizio essenziale”, riconoscendo a tali categorie il diritto di vaccinarsi in via prioritaria – ha spiegato il Codacons – Così giovani praticanti avvocati di appena 24 anni e in buona salute ricevono il vaccino anti-Covid dalla Regione, mentre i soggetti a rischio, come gli anziani con più di 80 anni, subiscono ritardi pesantissimi e ad oggi ancora non sanno quando saranno vaccinati”.

 

“Una situazione che oltre a mettere a rischio la vita di migliaia di anziani, potrebbe rappresentare un illecito sul fronte penale. Per tale motivo il Codacons presenta oggi un esposto alla Procura della Repubblica di Firenze in cui si chiede di aprire una indagine sull’operato della Regione Toscana per la possibile fattispecie di abuso di atti d’ufficio, ipotesi che potrebbe trasformarsi in concorso in omicidio colposo contro i vertici regionali qualora si registri anche un solo caso di ultra80enne morto per Covid in Toscana a causa dei ritardi nella vaccinazione – ha reso noto l’associazione in un comunicato.

 

“Non solo. A partire da oggi il Codacons raccoglierà le pre-adesioni ad un'azione risarcitoria collettiva allo studio dell’associazione per conto di tutti gli anziani con più di 80 anni residenti in Toscana che ancora non hanno ricevuto il vaccino anti-Covid – ha continuato il Codacons - Azione con cui si chiederà alla Regione il risarcimento dei danni per i rischi sanitari fatti correre alla popolazione più fragile”.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.