Caso Ciatti, Di Maio risponde al sindaco di Scandicci: 'Attenzione perché venga fatta piena luce sulla vicenda'

'Istruzioni alla nostra Ambasciata a Madrid affinché intervenga formalmente presso le Autorità spagnole'

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 15 gennaio 2021 09:55

E' arrivata la risposta del Ministro degli Affari Esteri Luigi Di Maio al sindaco di Scandicci Sandro Fallani, che lo scorso 5 gennaio aveva fatto appello proprio a Di Maio e al Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede per unirsi all’appello della famiglia di Niccolò Ciatti e promuovere “una sollecitazione da parte di tutte le istituzioni italiane affinché il tribunale emetta una sentenza prima dello scadere del quarto anno dagli arresti dei sospettati”.

 

“Caro Sindaco”, scrive il Ministro degli Affari Esteri, “rispondo alla Sua lettera del 5 gennaio scorso relativa al nostro giovane connazionale Niccolò Ciatti, deceduto il 13 agosto del 2017 a seguito di una brutale aggressione subita in una discoteca della località spagnola di Lloret de Mar. Ho dato istruzioni alla nostra Ambasciata a Madrid affinché intervenga formalmente presso le Autorità spagnole sollecitando una rapida conclusione del procedimento penale. So che il Ministro Bonafede – con il quale mi tengo in stretto contatto sulla vicenda – ha indirizzato una lettera con analoga richiesta al suo omologo spagnolo. Desidero assicurarLe che l’attenzione della Farnesina e delle nostre Autorità dilpomatico-consolari in Spagna rimarrà costante sino a quando verrà fatta piena luce sul delitto e le relative responsabilità”.

 

Di seguito il testo integrale della lettera del Ministro Di Maio al Sindaco Fallani. 

"Caro Sindaco,
rispondo alla Sua lettera del 5 gennaio scorso relativa al nostro giovane connazionale Niccolò Ciatti, deceduto il 13 agosto del 2017 a seguito di una brutale aggressione subita in una discoteca della località spagnola di Lloret de Mar.

 

La triste e dolorosa vicenda di Niccolò è oggetto della massima attenzione da parte della Farnesina, dell’Ambasciata a Madrid e del Consolato Generale a Barcellona. Nei momenti successivi al tragico evento, è stato fatto tutto il possibile per prestare alla famiglia del giovane ogni necessaria assistenza.

 

Le nostre Rappresentanze diplomatico consolari in Spagna – in stretto raccordo con questo Ministero – hanno poi seguito da vicino l’iter giudiziario a carico del presunto responsabile del pestaggio, per il quale la Pubblica accusa ha chiesto il rinvio a giudizio per omicidio di primo grado con varie aggravanti. Il presunto colpevole è tuttora in regime di custodia cautelare e tale misura è stata prorogata fino ad agosto 2021.

 

Siamo ora in attesa che vengano confermati i capi di accusa e che abbia inizio la fase dibattimentale del processo innanzi la Corte di Appello di Girona. Secondo il legale della famiglia Ciatti, tenuto conto dei rallentamenti causati nel sistema giudiziario spagnolo dall’attuale emergenza sanitaria, la prima udienza potrebbe svolgersi tra aprile e maggio 2021.

 

Ho dato istruzioni alla nostra Ambasciata a Madrid affinché intervenga formalmente presso le Autorità spagnole sollecitando una rapida conclusione del procedimento penale. So che il Ministro Bonafede – con il quale mi tengo in stretto contatto sulla vicenda – ha indirizzato  una lettera con analoga richiesta al suo omologo spagnolo.

 

Desidero assicurarLe che l’attenzione della Farnesina e delle nostre Autorità dilpomatico-consolari in Spagna rimarrà costante sino a quando verrà fatta piena luce sul delitto e le relative responsabilità.

 

Cordiali saluti.

Luigi Di Maio".

 

"Ringrazio il Ministro degli Esteri Luigi Di Maio che ieri ha risposto alla lettera che gli ho inviato ad inizio gennaio per chiedere di aiutarci con le autorità spagnole affinché non decorrano i termini di carcerazione preventiva e si possa celebrare il processo per la morte di Niccolò. Ho informato il babbo Luigi e speriamo che le parole del Ministro possano trovare una rapida attuazione", commenta il sindaco Fallani.

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.