A1, contromano per 40 chilometri: fermato alle porte di Firenze

bordo dell’auto sono stati trovati un falcetto, un’ascia, due coltelli e materiale da campeggio

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

martedì 12 gennaio 2021 17:55

Arrestato dalla polizia stradale dopo un contromano sull’A1

 

E' avvenuto oggi, 12 gennaio, intorno alle ore 13. La Polstrada di Firenze, come comunica la polizia stradale per la Toscana, ha bloccato un cittadino italoamericano di 34 anni, originario di Vicenza, che percorreva l’A1 contromano, in Direzione Roma.

 

Dopo lo scambio di carreggiata per lavori all’altezza di Rioveggio (BO), l’uomo, invece di rientrare sulla sua carreggiata avrebbe proseguito la sua corsa all’interno del cantiere, chiuso al traffico, lungo la direzione contraria.

 

All’altezza di Barberino, quando il tratto era aperto al traffico in entrambe le direttrici, l’uomo ha continuato a viaggiare contromano fino a quando è stato intercettato dagli agenti.

 

Mentre Società Autostrade ha avvisato del pericolo gli automobilisti con un messaggio sui pannelli, i poliziotti hanno rallentato il traffico diretto a Bologna, finché non lo hanno fermato in prossimità nell’area di parcheggio di Corzano, nel comune di Calenzano (FI).

 

L’uomo ha tentato di fuggire, ingranando la retromarcia, ma è stato fermato dagli agenti. A bordo dell’auto sono stati trovati un falcetto, un’ascia e due coltelli, oltre che materiale da campeggio. Agli agenti operanti l’uomo avrebbe riferito di aver agito spinto dall’adrenalina, senza però voler far male a nessuno.

 

L’uomo, negativo all'alcol test, è stato arrestato per resistenza a Pubblico Ufficiale, denunciato per possesso ingiustificato di oggetti atti ad offendere e gli è stata già revocata la patente.

 

Immagine di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.