Vicchio, furto in abitazione: arrestata una coppia dopo un inseguimento

La fuga dopo il rientro del proprietario di casa

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

giovedì 22 ottobre 2020 16:31

Sono state arrestate due persone alla Rufina dopo un furto in abitazione avvenuto a Vicchio.

 

È successo nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 21 ottobre 2020. I Carabinieri hanno tratto in arresto un 48enne bosniaco ed una nomade italiana 51enne, entrambi pluripregiudicati, per furto in abitazione in concorso e resistenza a Pubblico Ufficiale.

 

Il furto era avvenuto a Vicchio intorno alle 17.30, quando il proprietario di casa, rientrato nella propria abitazione, aveva sorpreso all'interno un uomo che, vistosi scoperto, si era dato alla fuga dopo aver asportato alcuni monili in oro. La vittima del furto ha avuto la prontezza di annotare modello e targa del veicolo su cui il 48enne si era allontanato, comunicando il tutto al 112.

 

Le pattuglie della zona si sono così messe alla ricerca dell'auto in fuga. Il veicolo è stato intercettato nella zona industriale di Rufina: la donna alla guida ha prima accelerato, non fermandosi all'alt delle forze dell'ordine, poi ha cercato di guadagnare la fuga con una serie di sorpassi azzardati, ma è stata bloccata in pieno centro a Rufina da altre due pattuglie dei Carabinieri.

 

La perquisizione personale e veicolare ha permesso di rinvenire addosso all'uomo diversi monili d'oro, e nel reggiseno della donna un cacciavite. I successivi accertamenti hanno poi consentito di ricondurre parte degli oggetti rinvenuti al furto appena perpetrato a Vicchio, che sono stati immediatamente restituiti all’avente diritto; sono invece in corso ulteriori indagini per risalire alla provenienza della restante refurtiva, non escludendo che la coppia possa aver compiuto altri colpi in precedenza, riferiscono i Carabinieri.

 

I due, annoveranti numerosi precedenti specifici, avevano noleggiato appositamente il veicolo per muoversi con più agio sulle strade del Mugello e della Valdisieve, ricostruisce l'Arma; per loro, nel frattempo associati a Sollicciano in attesa dell’udienza di convalida, è così scattata anche la denuncia per ricettazione e porto abusivo di grimaldelli mentre per l'uomo, irregolare sul T.N., anche una segnalazione per violazione della normativa sull’immigrazione.

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.