‘Lilt for women Campagna nastro rosa’, a Firenze visite gratuite per la prevenzione dei tumori

Illuminazione straordinaria di Palazzo Vecchio

Galleria immagini

731 Visualizzazioni

martedì 13 ottobre 2020 14:02

Torna ‘Lilt for Women - Campagna nastro rosa’, appuntamento promosso dalla Lega italiana per la lotta contro i tumori (Lilt) per sensibilizzare sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori della mammella e per la prima volta domani Palazzo Vecchio si tingerà di rosa per focalizzare l’attenzione sull’importanza vitale della prevenzione. La speciale illuminazione sarà realizzata a cura di Silfi spa.

 

Il tumore della mammella, che conta 55.000 nuove diagnosi ogni anno, è ancora il ‘Big Killer’ delle donne e sebbene sia sempre meno letale, a livello d’incidenza continua a crescere colpendo anche le più giovani (in particolare nella fascia 30-35 anni).

 

“Anche quest’anno Firenze aderisce con piacere a ‘Lilt for Women - Campagna nastro rosa’ - ha detto l’assessore a Welfare e Sanità Andrea Vannucci - La nostra città è schierata in prima fila nella lotta contro il tumore al seno e illuminando di rosa Palazzo Vecchio vogliamo far riflettere i cittadini su quanto sia indispensabile prevenire la malattia per poterla curare. Perché la battaglia contro il tumore comincia proprio dalla prevenzione.” “Negli ultimi anni, grazie alla ricerca e alla prevenzione, le possibilità di curare con successo il tumore al seno sono aumentate e oggi questa malattia può essere guarita definitivamente nella maggior parte dei casi. Vorrei ringraziare la Lilt per le preziose attività che svolge per la lotta contro i tumori, in particolare nei settori della prevenzione, della diagnosi precoce, dell’assistenza, della riabilitazione, dell’educazione sanitaria e della ricerca. La Lilt è da sempre al fianco di chi lotta contro il cancro e il suo contributo è fondamentale nei vari settori in cui è impegnata”.

 

“Grazie all’assessore Andrea Vannucci e a Silfi per il sostegno prezioso che non mancano mai di darci - ha detto il presidente della Lilt Firenze Alexander Peirano - Palazzo Vecchio in rosa è il simbolo dell’impegno della Lega contro i tumori, da oltre 90 anni, a fianco delle nostre istituzioni, per un servizio sanitario sempre più attento ai bisogni della gente. Dopo l’impegno in prima linea contro la pandemia Covid, la Lilt focalizza in questo mese l’attenzione sul tumore alla mammella. Oggi una donna con tumore al seno diagnosticato precocemente ha livelli di sopravvivenza molto elevati, superiori al 90% a 5 anni dalla diagnosi. È quindi di fondamentale importanza ricordare di fare i controlli consigliati, aderire ai programmi di screening regionali e parallelamente porre anche l’attenzione a migliorare il proprio stile di vita”.

 

Tra le iniziative previste in questo mese, nell’ottica di sensibilizzare le donne sull’importanza della prevenzione e di informarle su quali sono gli esami diagnostici più adatti in base alla loro età, la Lilt Firenze offre delle giornate di visite senologiche gratuite, consulenze con le psicologhe Lilt che operano a Villa delle rose e visite dermatologiche per la prevenzione del melanoma.

 

Per prenotarsi chiamare lo 055.576939 (fino ad esaurimento disponibilità).

 

Il 24 ottobre inoltre, al Caffè letterario Le Murate, si svolgerà l’evento ‘Ottobre rosa: il diritto alla prevenzione e alla cura. Il CeRiOn - Centro di riabilitazione oncologica Ispro - Lilt si presenta’. Vi sarà una mostra fotografica sul tema del tumore al seno e dimostrazioni pratiche all’aperto delle attività svolte al Centro di riabilitazione di Villa delle rose, dove la Lilt collabora con l’Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica. Promotrice dell’iniziativa la squadra di dragon boat della Lilt Firenze ‘Florence Dragon Lady - Lilt’, composta da donne operate di tumore al seno.

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.