Firenze, sospeso l’obbligo di spostamento delle auto per il lavaggio strade

Avanti con gli interventi di sanificazione richiesti dal Comune di Firenze ad Alia

Galleria immagini

1 Visualizzazioni

venerdì 13 marzo 2020 19:51

Il Comune di Firenze comunica che, nel periodo in cui sono in vigore le misure di contrasto e contenimento dell’emergenza sanitaria legata al Coronavirus, è sospeso l’obbligo di spostamento delle auto in occasione del servizio di lavaggio delle strade. 

 

Gli interventi di sanificazione delle strade da parte di Alia potranno essere ugualmente svolti in tutta la città e riguarderanno le aree pubbliche, quindi piazze, strade e aree verdi ancora aperte, che possono essere state oggetto di particolari afflussi di persone e in particolar modo gli elementi di contatto quali arredo urbano, parapedonali, barriere di separazione tra marciapiedi e strada, lampioni, recinzioni.

 

Novità anche per gli accessi temporanei alla ztl, fa sapere il Comune di Firenze. I permessi cartacei rilasciati dai distaccamenti della Polizia Municipale, sia quelli a pagamento sia quelli gratuiti, da lunedì saranno sostituiti da autorizzazioni temporanee che sarà possibile richiedere via email. Dovranno essere indicati giorno, ora, targa del veicolo e motivazione dell'ingresso in ztl. Sempre via email arriverà l'autorizzazione da stampare e collocare sul cruscotto. Si consiglia, se possibile, di inviare la richiesta il giorno prima del previsto transito. I permessi saranno gratuiti fino a nuova disposizione.

 

Gli indirizzi email sono quelli dei distaccamenti della Polizia Municipale: pm.campodimarte@comune.fi.it; pm.gavinana@comune.fi.it; pm.isolotto@comune.fi.it; pm.rifredi@comune.fi.it; pm.zona.centrale@comune.fi.it; pm.fortezza@comune.fi.it; pm.romana@comune.fi.it.
 

Immagini di repertorio

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.