Coronavirus, giù il sipario nei teatri di Firenze: spettacoli e concerti annullati

In seguito al decreto governativo del 4 marzo

Galleria immagini

3110 Visualizzazioni

giovedì 05 marzo 2020 16:30

Giù il sipario nei teatri di Firenze. In seguito al decreto del Governo del 4 marzo, che prevede restrizioni per teatri e cinema, alcuni teatri hanno deciso di rinviare gli spettacoli. 


Ecco quanto si apprende dalle sale fiorentine.


"La Fondazione ORT comunica che in ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020, dispone la chiusura del Teatro Verdi fino al prossimo 3 aprile. La decisione si inserisce nell’ambito delle misure cautelari a tutela della salute degli spettatori del Teatro Verdi e dei propri dipendenti in relazione alla diffusione del Coronavirus".


Questa decisione interessa i seguenti spettacoli:
– Kodò 7 marzo > ANNULLATO
– Angelo Pintus 9 marzo
– Massimo Lopez e Tullio Solenghi Show 12 marzo
– Se devi dire una bugia dilla grossa 13-14-15 marzo
– ORT/Richard Galliano 18 marzo > ANNULLATO
– SGT Pepper 19 marzo
– Renzo Arbore 21 marzo
– Open 22 marzo > ANNULLATO
– Giuseppe Giacobazzi 24 marzo
– ORT/Dalia Stasevska & Francesca Dego 26 marzo > ANNULLATO
– Musicanti 28-29 marzo
– ORT/Valentina Peleggi e Marco Ortolani 1 aprile > ANNULLATO
– A che servono gli uomini? 3 aprile


Gli acquirenti di biglietti e abbonamenti verranno informati a breve quali degli spettacoli saranno riprogrammati o annullati e, in questo ultimo caso, quali saranno le modalità dei rimborsi o di possibili soluzioni alternative.

 

"I teatri della Fondazione Teatro della Toscana chiuderanno da oggi fino a nuove disposizioni", come annuncia l’assessore alla cultura Tommaso Sacchi, che è anche presidente della Fondazione Teatro della Toscana. Chiuso quindi il Teatro della Pergola, così come il Teatro Niccolini e il Teatro Studio Milla Pieralli di Scandicci.

 

Spettacoli rinviati anche al Teatro di Rifredi: lo spettacolo I promessi sposi, in programma venerdì 6 e sabato 7 marzo è rinviato a dicembre 2020. Lo spettacolo The Primitals, in programma da giovedì 12 a domenica 15 marzo, è rinviato a ottobre, da giovedì 22 a domenica 25 ottobre 2020.

 

Per chi avesse acquistato i biglietti, questi restano validi per le nuove date, con possibilità di cambiare giorno avvisando la biglietteria.Per i rimborsi daremo maggiori informazioni nei prossimi giorni. Per il momento restano in sospeso le repliche de Il principio di Archimede previste dal 19 marzo al 5 aprile in attesa di ulteriori disposizioni governative.


Il Teatro Puccini rimane chiuso fino a lunedì 9 marzo. Gli spettacoli “Coast to Coast” con Rocco Papaleo e “I monologhi della vagina” sono quindi rinviati. Lunedì 9 marzo verranno comunicati i rinvii o annullamenti ed eventuali modalità di rimborso.

 

Il Teatro del Maggio informa il pubblico che nell’ambito delle misure cautelari a tutela della salute e in ottemperanza alle disposizioni ricevute (DPCM 4 marzo 2020 emanato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri) la recita di Traviata del 5 marzo, il concerto sinfonico diretto dal maestro Daniele Gatti di sabato 7, la recita dell’Elisir d’amore per i bambini di domenica 8 marzo sono annullati. Forniremo, in aggiornamento, ogni altra necessaria informazione e notizia.

 

Chiude il Teatrodante Carlo Monni a Campi Bisenzio. "In ottemperanza al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 4 marzo 2020 tutti gli eventi previsti al Teatrodante Carlo Monni sono sospesi fino al 3 aprile compreso. Comunicheremo a breve la nuova programmazione".

 

Resta aperto il Teatro delle Arti di Lastra a Signa (Firenze). "Informiamo che la direzione del Teatro delle Arti ha deciso - pur aderendo allo spirito e alle norme presenti nel recente decreto governativo sull'emergenza del virus COVID.19 - di mantenere vive le proprie programmazioni teatrali e cinematografiche. Le attività fino al 3 aprile 2020 saranno limitate a cento spettatori ad apertura di sala; ogni spettatore avrà il posto numerato ad una distanza superiore ad un metro (come prescrive il suddetto decreto). Conseguentemente (in accordo con il Comune di Lastra Signa) il Teatro delle Arti ha deciso - fino a nuove disposizioni governative - di non sospendere la propria programmazione teatrale e cinematografica per dare un messaggio positivo ai nostri spettatori ma anche per rispettare gli artisti ospiti e il lavoro dei nostri collaboratori".

 

Niente concerti alla Flog. In seguito al D.P.C. del 4 marzo 2020, la FLOG è costretta a malincuore ad annullare tutti gli spettacoli previsti e a prevedere, salvo aggiornamenti o variazioni successive delle suddette disposizioni nazionali, la chiusura dell’Auditorium FLOG fino al prossimo 3 aprile. Il decreto, cui la FLOG intende attenersi, è quello in relazione alle misure cautelari a tutela della salute degli spettatori e del personale dell’Auditorium in relazione alla diffusione del Coronavirus. I concerti e gli spettacoli in programma fino al 3 di aprile sono annullati, ma per alcuni di questi stiamo lavorando per il recupero di nuove date, che slitteranno tra aprile e maggio. Il rimborso dei biglietti avrà le modalità di legge (per gli acquisti effettuati on line rivolgersi a Ticket One, per quelli fatti nei punti vendita, direttamente nei punti dove ci si è recati). In caso di posticipo dell’evento in altra data, il biglietto già in vostro possesso sarà valido come titolo d’ingresso. Comunicheremo in tempi brevi sulla nostra Pagina Facebook Auditorium Flog “Official” informazioni sui concerti annullati definitivamente e sulle date che saremo in grado di posticipare".

 

Chiuso anche il Glue a Campo di Marte. In seguito alle direttive ministeriali appena entrate in vigore anche il glue sospende la propria attività, pertanto tutti gli eventi in programma si ritengono annullati fino al 3 aprile 2020.

 

I CINEMA APERTI

 

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.