Nuovo incontro Nardella-Commisso sullo stadio: 'Firenze deve avere uno stadio all'altezza'

Rocco: 'Vorrei fare tutto in due anni'

Galleria immagini

578 Visualizzazioni

martedì 14 gennaio 2020 09:55

Si sono incontrati nuovamente, ieri mattina, lunedì 13 gennaio 2020, Rocco Commisso e Dario Nardella. A Palazzo Vecchio il presidente della Fiorentina e il sindaco di Firenze hanno parlato nuovamente del nuovo stadio, insieme ai tecnici e all'architetto Casamonti.

 

Due ore di riunione dopo l'incontro di settimana scorsa, che aveva scoraggiato Commisso ("Sono deluso") per i tempi e costi previsti sull'area Mercafir, dove potrebbe sorgere il nuovo stadio dei viola. "Il team di Rocco ci ha fatto tante domande, e noi abbiamo cercato di dare il numero maggiore di risposte possibili", ha detto Nardella al termine dell'incontro. "Abbiamo fatto un team, si è parlato di tasse, e informazioni che stiamo dando a Commisso ma che daremo a tutti coloro che vorranno partecipare al bando. Spero proprio che la decisione della Fiorentina porti alla costruzione del nuovo stadio. Se poi, e Commisso lo sa, gliel’ho detto, dovessero uscire nuove opzioni in città, ne parleremo. Era una cosa che era nel mio programma elettorale, vogliamo che Firenze abbia uno stadio all’altezza”.

 

“Noi vogliamo rispettare i tempi", aggiunge Nardella. "C’è una penale che il soggetto privato stabilisce al momento del bando, e se non vengono rispettati i tempi il Comune pagherebbe una penale. Ma vogliamo fare le cose per bene, e i tempi che vogliamo mettere in pratica sono gli stessi della Fiorentina, ovvero brevi".

 

Ha poi risposto il presidente viola: “La nostra volontà è sempre stata chiara, serve uno stadio nuovo, va fatto in fretta, e possibilmente a Firenze. Abbiamo parlato tante volte con Nardella, ma sono un imprenditore, e devo fare il bene e il meglio per la Fiorentina. Ora ci sarà il bando, l’incontro è stato molto buono per analizzare tanti temi. Mi hanno detto che qui non si fanno le cose come si può fare in Usa. Non avrei il controllo. Sui tempi, io vorrei fare tutto in due anni, ed altri due per realizzare lo stadio”.

 

Poi Commisso parla del Franchi e della Soprintendenza, che vincola alcune parti dello stadio (le curve e non solo): "Ho incontrato la Soprintendenza, li ho sentiti un po’ più flessibili. Bisogna vedere come sono le condizioni. Firenze è una città bellissima, ma è limitata nei posti e negli spazi per costruire uno stadio. Io avrei voluto dei terreni liberi, e costruire. Ma non è possibile. Avere solo la Mercafir, come area, non è il massimo. Ma vediamo”.

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.