Chiesa torna a parlare (e a sorridere): 'Penso solo alla Fiorentina. I tifosi meritano di più'

Il 22enne viola torna a parlare dopo diversi mesi: 'Commisso vuole una grande Fiorentina'

Galleria immagini

221 Visualizzazioni

sabato 04 gennaio 2020 18:55

Federico Chiesa torna a parlare pubblicamente, e in casa Fiorentina questa è una notizia, visto che il 22enne figlio d'arte non rilasciava interviste da mesi. Rapporti delicati dopo la mancata cessione la scorsa estate, negli ultimi tempi però qualcosa è cambiato tra la famiglia Chiesa e la società viola. Anche babbo Enrico è tornato a parlare pubblicamente, ci sono stati incontri con Pradè e Commisso. E dopo una prima parte di stagione complicata adesso i tifosi si aspettano una reazione di Chiesa anche sul campo.

 

Il classe '97 resta, di fatto, il giocatore più importante della Fiorentina, chiamato a trascinare la squadra fuori dal momento complicato. "Trovare tutti quei tifosi il 1° gennaio allo stadio è stata un’emozione incredibile. Non ce lo aspettavamo visto il momento non facile che stiamo attraversando. Abbiamo sentito la vicinanza dei nostri tifosi. Vogliamo far bene per loro e per noi", ha detto Chiesa al sito ufficiale della Fiorentina.

 

Durante le vacanze natalizie, il giocatore è rimasto a Firenze per guarire da un infortunio alla caviglia. "Vengo da un brutto infortunio alla caviglia. Ora penso solo al calcio e alla Fiorentina. Voglio aiutare la squadra a risalire la classifica. I nostri tifosi e il nostro presidente meritano ben altro", continua Chiesa. "Commisso? E’ una persona straordinaria. Ho parlato con lui Barone e Pradè. Siamo tutti felici e vogliamo tutti il bene della Fiorentina".

 

Sul nuovo allenatore, Iachini: "Ci ha voluto subito insegnare la sua tattica. Ha aumentato gli allenamenti. Crede nel lavoro duro, come me. Speriamo di fare bene insieme". Su Firenze: "Firenze è una bellissima città e mi capita spesso di passeggiare. Usciamo spesso anche con la mia ragazza e andiamo in centro. Sono tanti anni che sono a Firenze e ho sempre vissuto la città".

 

Ancora su Commisso: “Ha voluto comprare la Fiorentina e investire in questa società. Lo ha dimostrato con il Centro Sportivo e i terreni acquistati a Bagno a Ripoli. Sta perseguendo diversi obiettivi come quello di costruire un grande club. O quello di costruire un nuovo stadio. E’ arrivato con la volontà di investire. Questo è importante per noi e per tutto il calcio italiano. Magari in futuro arriveranno altri investitori in Serie A per riportare il nostro campionato ai grandi livelli a cui è stato anche quando giocava mio padre“.

 

Poi spazio anche a grandi sorrisi, come quando parla del padre Enrico: “Mio padre a Firenze ha vinto la Coppa Italia e in campionato è stato il capocannoniere della Fiorentina. In quella stagione ha segnato 22 gol che è un cifra straordinaria. Io spero di arrivare almeno in doppia cifra per fare un passo alla volta. Per arrivare a quei numeri bisogna lavorare tanto ed essere dei campioni come mio padre“.

 

Altro episodio in famiglia, l’abbraccio tra Federico e il fratello Lorenzo al ‘Franchi’: “L’avevamo preparata. Mio fratello prima della gara mi disse che avrebbe fatto il raccattapalle. Io allora risposi che in caso di gol sarei andato ad abbracciarlo. Dopo aver realizzato il gol ho fatto il giro del campo in cerca di mio fratello. Poi l’ho trovato alle panchine e l’ho abbracciato. Ora lui gioca con mister Donadel con cui ho avuto la possibilità di allenarmi tempo fa. Sono veramente forti“.

 

(immagine di repertorio)

 

 

C & C Media s.r.l.
via Ponte a Greve, 54
50018 Scandicci - Firenze - Italy
p.iva 06282890489

powered by Genetrix s.c.r.l. - web agency, applicativi web, siti internet, grafica

055firenze.it
Quotidiano online
registrato presso il tribunale di Firenze
nr. 5937 del 18/10/2013.